Torino-Milan 2-1, i numeri e le statistiche della partita

Falli subiti, tiri, occasioni: vince Belotti. Ma i numeri sono del Milan

di Veronica Guariso - 27 Settembre 2019

Torino-Milan, i numeri della sfida vinta dal Toro in rimonta: Belotti primeggia sugli altri. I granata però non riescono a ribaltare del tutto le statistiche

Un Torino a due facce quello visto contro il Milan. Il primo tempo ha mostrato infatti l’ennesima prestazione sotto tono dei granata, che embrano essere bloccati. I rossoneri hanno anche trovato il vantaggio con Piatek, abbassando le aspettative del pubblico granata, ma non dell’organico, che si è invece dato un tono ed ha ribaltato il risultato nella seconda metà di gioco. Non è bastata però la fiammata del secondo tempo a rovesciare anhce le statistiche del match, che ha in ogni caso visto i rossoneri primeggiare sotto diversi punti di vista. La svolta per il Torino è arrivata anche nel possesso palla, ma non nel resto. Solo Belotti ha primeggiato del tutto. Alla fine però, pur non dominando del tutto, il cuore e la grinta hanno fatto la differenza, assegnando di diritto al Torino i 3 punti inseguiti.

Torino-Milan: i granata ribaltano il possesso ad inizio secondo tempo

Se le statistiche della sfida tra Torino e Milan vanno in maggioranza verso una direzione, il risultato sembra invece dirigersi in quella opposta. I granata sono infatti stati sopraffatti dai rossoneri che, nella prima metà di gioco hanno dato prova della grande voglia di rivalsa dopo la sconfitta subita nel derby. Il possesso palla è stato in generale a favore della squadra ospite, con il Toro che però si è fatto valere al rientro in campo dopo l’intervallo, ribaltandolo fino al 30′ minuto circa, con il Milan che ha tentato poi di pareggiare i conti. Anche per quanto riguarda i tiri in porta, sono favoriti i rossoneri, con 16 contro gli 11 dei granata, che sono stati più precisi però a calciare in porta. E se il risultato è stato salvato da Sirigu nel finale, è sempre lui ad aver realizzato più parate nel corso del match con 3 contro le 2 di Donnarumma.

Torino-Milan, è il Gallo a primeggiare su più fronti

Concentrandosi invece sui numeri che si concentrano maggiormente sull’apporto dei singoli giocatori, colui che spicca di più è il Gallo Belotti. E’ infatti al vertice per il numero di tiri in porta, dove ha superato il centravanti avversario Piatek, autore della rete su rigore del Milan. Resta in vetta anche per quanto riguarda le occasioni da gol: sono infatti 4 quelle avute dal capitano granata. Come risaputo, Belotti è una delle pedine più pericolose del gioco di Mazzarri e subisce sempre trattamenti non proprio di favore da parte degli avversari. Contro il Milan questa storia si è ripetuta per l’ennesima volta: il Gallo primeggia infatti anche per il numero di falli subiti, andando a quota 5, seguito da Baselli, Izzo, Zaza e Aina. E’ lui il vero vincitore della partita.

16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
11 mesi fa

Su 270 minuti (tre partite) abbiamo giocato 15 minuti. Grande Mazzarri!

mik69
mik69
11 mesi fa

Ieri il fattore maggiore, il cu lo. Se il gallo e donnarumma non ci davano una mano era l ennesims sconfitta. Vediamo di fare 40 punti prima possibile che con sto cane di allenatore è un patimento.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
11 mesi fa
Reply to  mik69

in effetti aleggia proprio il sentore del rischio serie B. siamo sull’orlo. speriamo davvero di fare i 31 punti mancanti alla svelta.

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
11 mesi fa

Quando scrivi l’unico sentore è la puzza di marcio che emani….

Vanni(CAIROVATTENE)
Vanni(CAIROVATTENE)
11 mesi fa

Se non cambia modo di giocare bisogna sempre solo sperare che ne al Gallo né a Sirigu venga mal di testa, se no siamo da B.

Vanni(CAIROVATTENE)
Vanni(CAIROVATTENE)
11 mesi fa

Verdi trequartista è un colpo di genio che solo ai grandi, punto, può venire.