Paro nel match contro il Bologna sostituirà Juric per la quarta volta in questa stagione, il vice del croato ha un bilancio in equilibrio

A Bologna il Toro dovrà fare a meno di Ivan Juric. L’ex tecnico dell’Hellas Verona sconterà un turno di squalifica dopo essere stato espulso durante il match contro il Milan a causa della reazione che ha avuto dopo il gol segnato, dall’ex obiettivo di mercato di Davide Vagnati, Junior Messias. Una rete che ha spaventato i granata, che poi alla fine sono riusciti a portare a casa una vittoria davvero molto importante. Dunque nel lunch match del Dall’Ara in programma domenica, a fare le veci di Juric ci sarà Matteo Paro. Contro la squadra di Thiago Motta per il vice del tecnico croato sarà la quarta volta che dovrà guidare i granata in questa stagione. La prima volta è stata nel match contro l’Empoli, dato che Juric durante Napoli-Torino era stato espulso. Poi Paro ha dovuto sostituire l’allenatore granata anche nelle sfide contro Lecce e Inter perché il tecnico croato era alle prese con una polmonite. Il bilancio dei risultati ottenuti da Paro è in perfetto equilibrio, infatti ha ottenuto un successo ai danni del Lecce, un pareggio contro l’Empoli e una sconfitta contro l’Inter.

Juric si fida ciecamente del suo vice Paro

Paro contro il Bologna ovviamente andrà a caccia di un’altra vittoria. Sicuramente non sarà semplice, anche perché gli emiliani con i successi ottenuti contro il Lecce e il Monza stanno attraversando un buon periodo. Juric però è fiducioso e ritiene che a Bologna il Toro possa conquistare i 3 punti, anche perché il tecnico ha soprattuto grande fiducia proprio del suo vice. A testimoniarlo sono state le parole che Juric spese per Paro alla viglia del match contro l’Empoli . Infatti il tecnico croato dichiarò: “Paro la vive come me ma la esprime diversamente. Vediamo proprio le cose allo stesso modo. Siamo marito e moglie, siamo sempre insieme. Non c’entra l’allenatore durante le partite, la squadra sa cosa deve fare, Matteo è un grande, in tutti gli aspetti”. Dunque anche se non sarà in panchina Juric potrà stare tranquillo perchè si fida ciecamente del suo vice.

Matteo Paro
Matteo Paro
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-11-2022


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
Scimmionelli
26 giorni fa

Ormai il lavoro dell’allenatore e’ un’attivita’ di squadra in cui il singolo individuo (Juric o chi altro) riveste piu’ che altro un ruolo di coordinamento. Quindi chi siede in panchina la Domenica conta relativamente poco, tranne che per fare le sostituzioni (spesso programmate in anticipo) al momento giusto.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
25 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

Ciao Scim!
Penso che l’allenatore abbia anche doti morali e di motivatore
Mentre sul fronte tecnico dici bene
Anzi,di più: Juric sarà allo stadio, in tribuna, in contatto con la panchina. Le spstituzioni, le deciderà comunque lui così come le modifiche attiche (insieme appunto a Paro)

Torino, ecco il Bologna con un ritrovato Arnautovic: sette gol in 10 partite

Vlasic imprescindibile, Miranchuk in crescita: Radonjic deve inseguire