Dopo sei anni in granata, Rauti trova l’esordio contro la Cremonese e lo celebra con una dedica speciale sui social

Un momento atteso, desiderato ed infine arrivato. Sei anni dopo l’approdo in granata, ecco che Nicola Rauti ha esaudito uno dei suoi desideri: esordire con la prima squadra del Torino. Il giovane talento granata ha infatti potuto finalmente giocarsi una chance concreta, arrivata contro la Cremonese nel primo turno di Coppa Italia. Subentrato a Belotti nel secondo tempo, ha messo subito il turbo cercando di assicurare quell’aggressività mancata nel corso dei tempi regolamentari. Con il passare dei minuti, la sua prestazione ha subito un calo, compensato però con il rigore segnato. Un esordio positivo per il classe 2000, curioso ora di conoscere il proprio futuro.

Sei anni dopo l’approdo al Toro, Rauti avvera il sogno di esordire in granata

Approdato sotto la Mole nel 2015, dopo diversi anni nelle giovanili del Toro Rauti ha ottenuto il salto di qualità: nel 2020, ha lasciato la Primavera di cui è stato anche capitano, per approcciare il calcio dei grandi. Un primo prestito al Monza, dove lo spazio ottenuto è stato relativamente poco, è stato poi surclassato da una buona stagione al Palermo, club con il quale ha realizzato quattro gol e tre assist in trentatré presenze. Dopo le due parentesi lontane da Torino, è quindi tornato a casa, nella speranza di poter avere la chance di dire la sua con il club dov’è cresciuto.

Toro, Rauti celebra l’esordio in granata: “È stato emozionante”

Alla fine, Rauti è riuscito a raggiungere il suo primo traguardo. Nonostante i dubbi sul futuro con l’interesse proprio della Cremonese e del Catania emersi nelle scorse settimane, l’attaccante granata ha speso parole dolci sul momento vissuto nel match di Coppa: “Mi sono sentito accudito lungo il tragitto da persone che porterò sempre nel cuore, le stesse che vivono per il Toro, e che mi hanno fatto crescere secondo questa fede. Ho sognato un debutto con questi colori, ed è stato emozionante. Consapevole che è solo l’inizio, e che c’è tanto da migliorare. Forza Toro“. Un primo lieto fine è arrivato, ma è il momento di non accontentarsi.

Di seguito il post di Rauti.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-08-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco 71 (rondinella)
Francesco 71 (rondinella)
2 mesi fa

Complimenti ragazzo e auguri di cuore.

Sunnapunna
Sunnapunna
2 mesi fa

Un ragazzo cresciuto nelle giovanili Che condivide le sue emozioni per lesordio in prima squadra costituita, non per colpa sua, da una cozzaglia di giocatori senza ne capo ne coda e Ci son pure pseudo tifosi Che non apprezzano e offendono. Complimenti ragazzo, continua a lavorare! HA corsoe e Ci… Leggi il resto »

andrepinga
andrepinga
2 mesi fa

In bocca al lupo ragazzo. Una discreta carriera in lega pro forse in B te la puoi costruire con serieta’ e impegno. Ah magari diglielo anche a Millico…

Poche idee per un Toro incompleto: i Top e Flop di Torino-Cremonese

La Fifa ha deciso: il Toro deve pagare 1,5 milioni all’Osasuna per Berenguer