Torino, Rincon con Longo può tornare El General

Rincon come il Toro: stagione sottotono ma con Longo può cambiare

di Giulia Abbate - 26 Febbraio 2020

Anche Rincon sta vivendo una stagione di alti e bassi ma al Filadelfia si rivede la grinta di sempre: Longo può far rinascere il General

Grinta, cattiveria, determinazione e quello spirito Toro che in campo ti fa sperare di avere 11 Rincon. O almeno quando il centrocampista veste davvero i panni del General, come nella scorsa stagione. In questo campionato, al contrario, il venezuelano sembra rispecchiare l’andamento della squadra: sotto tono, a tratti spaesato e lontano dall’essere quel muro di centrocampo difficile, a tratti impossibile, da superare per la maggior parte degli avversari. Una stagione di sali scendi, di partite in cui Rincon si è accesso facendo davvero la differenza e altre in cui è sparito dal campo insieme a tutti i compagni, di reparto e non solo. Fasi alterne che ancora non garantiscono alla formazione di Longo la qualità e, soprattutto, la quantità che il centrocampista ha da sempre dimostrato di poter regalare alla formazione granata. Ma se fosse proprio Longo la chiave per far rinascere anche Rincon?

Le botte in allenamento e quell’intensità da General

Quando la sofferenza nella vita e nel lavoro fa parte del tuo processo, iniziamo a capire che abbiamo fatto bene“: così Rincon commentava la brutta botta subita in allenamento non più tardi di un paio di giorni fa. Botte, fortunatamente senza conseguenze, che riportano agli occhi di tutti un’intensità di gioco e una grinta che da tempo non si vedevano né in allenamento né, tanto meno, in partita. Quella stessa intensità chiesta da Longo fin dal suo primo giorno sulla panchina granata. La stessa grinta che potrebbe restituire un Rincon in più al centrocampo granata e al Toro i punti necessari per risalire la china e togliersi dalla zona bassa della classifica.

La settimana di pausa forzata a causa del coronavirus ha certamente dato alla formazione di Longo tempo e tranquillità in più per ritrovare le energie fisiche e mentali venute meno nelle ultime settimane. Un vantaggio che il Toro dovrà sfruttare a pieno contro il Napoli. E per farlo servirà la miglior versione di questo Toro e anche la miglior versione di Rincon. Al Toro servirà il suo General: compagni, addetti ai lavori e tifosi non vedono l’ora di riabbracciarlo.