Toro, torna Rincon: Mazzarri ritrova la sua pedina fondamentale

di Veronica Guariso - 27 Febbraio 2019

Rincon rientra con il Chievo dopo la squalifica che gli ha fatto saltare la sfida all’Atalanta. Baselli il più a rischio per un posto da titolare

Contro l’Atalanta, nonostante la grande vittoria per 2-0 che ha fatto tornare il Torino in zona Europa League, si è sentita la mancanza di Rincon, diventato ormai uno dei giocatori fondamentali per il gioco di Mazzarri. Ora però, El General è pronto a tornare a guidare il centrocampo già contro il Chievo domenica alle 12.30. Dopo aver scontato la squalifica per aver raggiunto la quota di 10 ammonizioni, è di nuovo a disposizione del club granata, voglioso di far proseguire il filotto di risultati positivi, anche in vista dell’obbiettivo che il Toro insegue da qualche anno: l’Europa League. Sempre pronto ad affrontare gli avversari con grinta e cattiveria, Rincon con il Chievo potrà nuovamente essere a disposizione.

Rincon, un ritorno che potrebbe scalzare Baselli

Mazzarri ha fatto rinascere Tomas Rincon, che è tornato a giocare con la giusta cattiveria, riconfermandosi un perno del centrocampo granata. Contro l’Atalanta però, data la sua squalifica, sono scesi in campo Meité, Baselli e Lukic. Se il serbo ha cominciato a fare coppia fissa con el General da qualche partita, così non si può dire di Baselli e Meité. Entrambi infatti hanno trovato poco spazio da inizio girone di ritorno, anche per l’esperimento riuscito di Ansaldi, che, a sorpresa, ha stupito in positivo giocando fuori ruolo a centrocampo.

Rincon tornerà contro i clivensi e perciò recupererà il suo posto da regista, obbligando così uno dei compagni di reparto a stare fuori. Quello più a rischio in questo momento è Baselli, che ha convinto meno rispetto a Meité contro i nerazzurri. Lukic invece sembra essere in una botte di ferro con 5 partite consecutive come tra gli 11 titolari.

Rincon, meno ammonizioni per aiutare meglio il Toro

Sembra proprio che Rincon abbia una calamita per i cartellini gialli. Quest’anno è infatti arrivato a quota 10. L’ultimo è arrivato col Napoli, dopo qualche scaramuccia con Insigne, che gli ha causato la squalifica nel match contro l‘Atalanta. El General spesso fatica a trattenersi, anche se così rischia di mettere in difficoltà la squadra, che ha una rosa abbastanza ristretta specie in mezzo al campo.

Rincon ha collezionato 71 gialli in carriera ma solo una volta è stato espulso per doppia ammonizione, mai con un rosso diretto, per quanto riguarda il campionato e le coppe.

più nuovi più vecchi
Notificami
TRAPANO
Utente
TRAPANO

👍🏻

GranataDentro
Utente
GranataDentro

Rincon, Lukic, meite, Baselli. Secondo me sono tutti bravini e nessuno eccelle sopra agli altri. Non vedo grossissime differenze. Dovendo segnare, e scardinare difese, dò priorità a Lukic e Meite che la giocatala potrebbero inventare; uno verticalizzando l’altro penetrando in area. Questo se giochiamo con il 343. Se invece ripropone… Leggi il resto »

VeneziaGranata
Utente
VeneziaGranata

Dissento. Se attacchi e ti esponi a qualche contropiede non puoi certo affidarti a Meitè o Baselli per i necessari recuperi. Serve gente veloce e intelligente. Rincon lo è abbastanza. E infatti spesso i suoi cartellini dipendono da falli tattici per evitare ripartenze o da entrate un po’ scomposte che… Leggi il resto »

dm
Utente
dm

Ok ma contro l’atalanta ti sei accorto della sua assenza a centrocampo? Quante ripartenze abbiamo concesso a Ilicic? Mi pare qualcosa di molto vicino a 0…
Ci saranno altri fattori per carità, ma secondo me lukic baselli meitè sono un bel trio anche in copertura!