I granata non vincono tre match consecutivi dalla stagione 2018-2019, che permisero al Torino di Mazzarri di avvicinarsi all’Europa League

È di nuovo tempo di calcio per il Toro di Juric che, dopo le belle vittorie rimediate contro Fiorentina e Sampdoria, cercherà di replicare contro il Sassuolo di Dionisi. I neroverdi, unico club battuto lontano dalle mura amiche all’andata, sono la vittima perfetta per tentare di assicurarsi la terza vittoria consecutiva. C’è però uno scoglio che ha caratterizzato gli ultimi anni dei granata: il Torino non ci riesce da due stagioni. Sfatare il tabù potrebbe perciò non essere così semplice ma Juric, in grado di dare diverse soddisfazioni già su altri fronti, è l’uomo giusto per tentare l’impresa.

Quelle tre vittorie di fila che valsero un passo vero l’Europa League

Per arrivare all’ultima volta in cui i granata hanno centrato tre vittorie consecutive bisogna fare qualche passo indietro, fino alla stagione 2018-2019, dove sulla panchina del Torino c’era Mazzarri. Record di punti e anno d’oro dell’attuale tecnico del Cagliari sotto la Mole, in quell’occasione. Nella scia di sette risultati consecutivi infatti, il suo Toro ha battuto Atalanta (2-0), Chievo Verona (3-0) e Frosinone (1-2) tra febbraio e marzo.

Contro il Sassuolo per eguagliare il record di Mazzarri

Quei tre risultati permisero ai granata di lanciarsi verso l’Europa League, obiettivo poi raggiunto a fine anno con l’esclusione del Milan e la possibilità di disputare i play off per il Torino. La situazione richiama perciò quella attuale, ma stavolta a guidare la squadra c’è Ivan Juric. Il croato, che ad ora ha un nono posto di classifica in tasca, non vuole accontentarsi sul più bello e, senza grandi proclami proverà ad aggiungere alla doppietta delle scorse settimane una terza vittoria. Il Sassuolo è quindi avvisato.

Zapata e Lukic in Torino-Atalanta
Zapata e Lukic in Torino-Atalanta
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-01-2022


Atalanta-Torino: il Giudice sportivo rinvia la decisione. Le ultime

Torino, i precedenti col Sassuolo: un anno fa una grande rimonta