Davide Vagnati ha parlato del difficile momento del Torino: “Neanche il più negativo poteva immaginare un inizio di stagione così”

“E’ un momento assolutamente negativo, neanche la persone più pessimista a inizio campionato poteva immaginare una situazione così”. Parole queste del dt del Torino Davide Vagnati dal palco dell’edizione 2020 dei Golden Boy, la tradizionale premiazione organizzata da Tuttosport. “Ci sono tante situazioni da analizzare al momento. Mi piace essere pratico, guardare i numeri che sono deficitari. Per uscire da questo momento dobbiamo prima di tutto prenderne conoscenza, crederci e giocare ogni singolo pallone in maniera differente rispetto a quanto fatto con l’Udinese. L’atteggiamento va al di là della prestazione” ha proseguito il dt.

Vagnati: “I ragazzi hanno qualità diverse da quelle finora messe in mostra”

Vagnati ha poi identificato in Andrea Belotti (che ha ricevuto il Premio Gaetano Scirea 2020) l’esempio che tutti i calciatori del Torino devono seguire: “I ragazzi hanno qualità diverse da quelle che finora stanno mettendo in mostra. I giocatori devono essere responsabili, solamente facendo tutti un esame di coscienza possiamo uscire da questo momento e dobbiamo farlo molto presto. Parlavo prima di atteggiamento, Belotti è sicuramente uno di quelli incarna lo spirito giusto, i numeri parlano per lui. Nei momenti di difficoltà questo atteggiamento gli da qualcosa in più”.

Poi, sulla partita di giovedì contro la Roma: “Contro la Roma non sarà facile, vero. Però in questo campionato il Torino ha dimostrato di saper combattere anche contro grandi giocatori”.

Davide Vagnati
Davide Vagnati
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-12-2020


80 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Rob72
Rob72
11 mesi fa

Sei veramente scarso

Denis-Joe
Denis-Joe
11 mesi fa

beh dai, con uolter era Tutti devono giocare come Chiellini.
Un miglioramento c’è. 😎

FOLAGRA
FOLAGRA
11 mesi fa

Questo qua è una nuova sciagura!

Sembra il Meité di Mazzarri: così il francese rischia il posto

Che fine ha fatto Bremer?