Verdi, con Gojak rischia la panchina. Il Cagliari è un'occasione - Toro.it

Verdi, con Gojak rischia la panchina. Il Cagliari è un’occasione

di Francesco Vittonetto - 15 Ottobre 2020

Giampaolo gli ha preferito Berenguer (venduto) nelle prime due uscite. Gojak arriverà tardi dalla Nazionale, Verdi deve approfittarne

Simone Verdi ha poco tempo. Un anno fa era il Toro ad averlo accolto in tutta fretta l’ultimo giorno di mercato, ad attendere – impaziente – che la “ciliegina” (da definizione del presidente Cairo) si mostrasse nel suo splendore. La speranza, di Mazzarri e Longo, mai si spense: il 24 è rimasto inamovibile titolare per ventisei partite di campionato. Con la continua possibilità, mai veramente sfruttata, di dimostrare qualcosa di più. Ora il flusso si è invertito. Perché con l’arrivo di Amer Gojak e il cambio di modulo, il classe 1992 rischia di perdere centralità. Sebbene permanga il monito di quei 25 milioni spesi dal patron granata per acquistarlo dal Napoli: troppi, per lasciarlo stabilmente in panchina.

Questione di tempo e adattamento: Giampaolo lo valuta

Per Giampaolo, Verdi è fondamentalmente un’ala adattabile a fare il trequartista. Un Suso la cui conversione potrebbe avere successo. Ma intanto il Torino si è cautelato prima tentando di arrivare a Ramirez, poi ripiegando su Gojak che potrebbe non essere a lungo un rincalzo.

Ecco perché Simone ora ha poco tempo. C’è la partita contro il Cagliari, davanti. Nella quale lui giocherà dal primo minuto anche perché al bosniaco servirà un giorno in più per completare le minuzie burocratiche necessarie per formalizzare il suo trasferimento sotto la Mole. Gojak rientrerà solo venerdì al Filadelfia: l’ex Bologna ne approfitterà – come già fatto in questi giorni – per ottenere una maglia nei primi undici della distinta.

Contro Fiorentina e Atalanta, il tecnico di Giulianova gli ha preferito Berenguer, ora volato in Spagna. Così Verdi ha messo insieme appena quarantasei minuti. Poco più di un tempo. Avrà spazio maggiore nel ritorno al “Grande Torino”, ma non potrà sprecarlo. Perché è lui, adesso, a non poter più gettare al vento né minuti né occasioni. Gojak lo insidia e Giampaolo lo aspetta al varco. Deve dimostrare di più, sì, ma dai risultati questa volta dipenderà la sua titolarità nel Torino che verrà.

Simone Verdi esulta
Simone Verdi esulta

5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ivan82
Ivan82
1 mese fa

Ma provare lui e Gojak dietro a Belotti no eh ???

davidone5
davidone5
1 mese fa

Il ruolo giusto di verdi è la panchina, potrebbe andare bene anche in tribuna spostato a destra.

T
T
1 mese fa
Reply to  davidone5

Non lo relegherei in una posizione specifica: può svariare a piacimento e fare il tuttocampista. In tribuna ovviamente.

Mikechannon
Mikechannon
1 mese fa

Quello che sperano tutti ,compreso GP, e’ che i nuovi diano un po’ di dinamicità ad una squadra lenta e prevedibile. Peggio dell’anno scorso non so può fare!