Toro-Juve, Orsato e gli altri candidati: ma che sia un arbitro all’altezza

34
Arbitro Orsato Torino-Juventus, la moviola
Arbitro Orsato di Schio

Oggi alle 12.30 verrà designato il direttore di gara del derby: dopo le polemiche recenti, serve una scelta di spessore. Favorito il fischietto di Schio

Meno quattro al derby della Mole numero 196, è il giorno della designazione arbitrale. Inutile nasconderlo, sarebbe bello parlare di altro, delle scelte tattiche di Mazzarri – che potrebbe sorprendere, ancora una volta – e della verve ritrovata di capitan Belotti. La storia più o meno recente, però, ha raccontato troppe volte di sfide decise non dall’intuizione di un tecnico o dal colpo di un campione, ma dall’errore nel valutare un episodio, un fuorigioco, un possibile rigore. Ecco perché la scelta del direttore di gara ha assunto un valore fondamentale. Dopo le polemiche delle ultimissime stracittadine, poi – tra il rosso ad Acquah dell’anno passato (arbitro: Valeri) e la rete del 2-0 ingiustamente convalidata nella sfida di Coppa Italia (arbitro: Doveri) – e quelle legate alla corsa scudetto dei bianconeri – il rigore assegnato e poi revocato alla Fiorentina, l’esempio più recente – l’augurio è quello di una designazione all’altezza della sfida.

La rosa dei candidati non è troppo ampia. Esclusi certi sono i direttori di gara che hanno arbitrato il Torino o la Juventus almeno nelle ultime due gare: niente Abisso e Guida, ma soprattutto niente Giacomelli (che arbitrò l’andata) e Rocchi (che di stracittadine ne ha dirette cinque, con annesse polemiche). Da escludere anche il direttore di gara dell’ultimo derby, Doveri, e quello della sfida di ritorno del campionato scorso, Valeri. I suoi errori plateali difficilmente gli permetterano di arbitrare la sfida del “Grande Torino”. Restano in lizza almeno in quattro. Ci sarebbe Luca Banti di Livorno – mai designato in un derby – che in stagione ha diretto due volte la Juve (a Bologna e contro il Genoa) e una il Toro (contro il Chievo), ma che ha arbitrato già il big match dell’ultimo turno, Napoli-Lazio.

Resta candidato anche Paolo Silvio Mazzoleni – arbitro della stracittadina decisa da un gol di Pogba viziato da fuorigioco di Tevez – e designato già per Torino-Sassuolo, Torino-Napoli e Verona-Juventus, nel corso della stagione. E se Paolo Tagliavento potrebbe essere il profilo giusto, per esperienza e cabala (diresse il derby vinto dai granata dopo vent’anni), ma difficilmente tornerà subito ad arbitrare una sfida di cartello dopo i disastri di Crotone-Cagliari, ecco che il nome caldo è quello di Daniele Orsato. Il fischietto di Schio non ha arbitrato nell’ultimo turno, nonostante una direzione senza macchie in Inter-Crotone e ha diretto una sola volta in stagione granata e bianconeri (Inter-Torino e Napoli-Juventus). Il suo unico gettone in un derby della Mole risale al novembre 2014, alla sconfitta sul gong dei granata per effetto della rete di Pirlo. Difficile, e decisamente poco auspicabile, un outsider: i vari Irrati, Damato e Calvarese appaiono ben lontani dalla possibile designazione. Anche perché, visto il clamore che gli ultimi derby hanno suscitato, per l’AIA sarebbe un autogol già in partenza.

34 Commenti

  1. Domenica in ballo per loro c’e’ molto e non lasceranno nulla di intentato o al caso.
    Sono sicuro che hanno gia’ pianificato qualcosa come al solito, sta a noi accettarlo o per lo meno al presidente , accettare sempre tutto, al fine di poter essere indisturbato negli affari. Il potere trasversale che hanno e’ pauroso e secondo me molti sono compiacenti piu’ per paura che per corruzione vera e propria. Paura di perdere il lavoro. Sono solo supposizioni naturalmente…. si gioca eheheheh
    un’occhiatina qui: https://www.youtube.com/watch?v=3GwHdAEa6_o

  2. Voglio Agnolin…l’ unico nella storia che in un derby tanti anni fa ebbe il coraggio di dire alle merde che protestavano “…vi faccio un c..o così! “…purtroppo non sarà così è qualunque arbitro verrà designato patirà consciamente od inconsciamente di sudditanza verso i mafiosi. Ah…non dimentichiamo che il designatore è Rizzoli altro nostro “grande amico”.

  3. Non capisco perchè venga escluso dal novero dei candidati Calvarese. Mi sembra invece uno dei più probabili. Sui commenti non sono d’accordo sul fatto che si entri in campo in 11 contro 11 (con quelli là non è successo praticamente mai nella storia), e sul fatto che Orsato sia equo. Come pronostico, personalmente io dico Banti!

  4. Attendiamo il nome con la giusta attenzione,
    poi si inizia alla pari 11 contro 11,
    se questo equilibrio verrà modificato, artificiosamente, durante la partita ancora una volta….
    la misura sarà stracolma.
    Intanto CALMA.

    • Ciao Gianky ti rispondo qua su Molinaro. Abbiamo Barreca e Ansaldi può fare tutte e 2 le fasce. Probabilmente gli darà più garanzie difensive.
      Poi è ovvio che una squadra con ambizioni non ti puoi presentare con Molinaro.Ma questo è in altro discorso….

    • Se la porcata sarà plateale, la risposta dovrà essere plateale: ritiro immediato della squadra dal campo.
      Ma non credo saranno plateali (ormai molti occhi li osservano)…….saranno più subdoli e chirurghici; quiandi molta attenzione chirurgica….abbiamo i giocatori che per qualità (N’Koulou) e solo mestriere se vuole (Burdisso) possono bloccarli e altri x fare una buona partita, senza essere avventati!
      E poi abbiamo un Mister che spero ci faccia delle piacevoli sorprese anche come atteggiamento in campo e a bordocampo.

  5. Se sarà designato Calvarese, come credo, sarà la prova provata che mafiopoli è ancora in pieno corso. A quel punto avremmo un avversario in più, non c’è dubbio, e dovremo essere più forti ma anche, come scritto in basso, farci furbi ed evitare di farci prendere da una foga sterile e deleteria.

  6. Ciao @Spakka
    a proposito di arbitri, Mazzarri e Juventus, guardatevi questa: https://www.youtube.com/watch?v=qST34OfX4eo
    Un pensiero a Domenica… visto che ormai ci siamo abituati alle espulsioni nei derby…. dobbiamo calare le braghe anche stavolta oppure magari ci si fa furbi e non si da la scusa all’arbitro di espellere?
    Basta con atteggiamenti alla Glik o Aquah. Nonn e’ cosi’ che si dimostra di essere una squadra con le palle!

      • certamente e’ entrato sul pallone ma ha dato la scusa di mandarlo fuori visto che gli aveva appena rifilato una prima ammonizione inestistente anche quella. Non e’ la prima e l’ultima che fa cosi’ il nostro aqua, va bene per il campionato inglese. Io non lo accuso, solo sarebbe megli far vedere la granatitudine in altro modo.
        E’ il mio punto di vista, per carita’.

        • e quindi cosa dovrebbe fare Acquah ?? adeguare il suo modo di giocare allo stile mafioso delle merde strisciate quando le incrocia ?? quindi evitare ogni contatto fisico, ogni contrasto, dato che ne aspettano una 1/2 per farci giocare in 10?
          preferisco giocare in 9 e avere in squadra Pasquale e Policano…tanto se il risultato è già scritto non cambia nulla

          • Esattamente! Bisogna usare la testa, non è difficile. Sai che stai per fare un’entrata al limite, non la fare. Non fare falli inutili, non protestare in continuazione, non mandare a cagare l’arbitro per presunti errori, e chi più ne ha…
            Occorre elaborare una tattica apposta per òa gestione dell’arbitraggio e sono sicuro che Uolter stia lavorando anche su quello. Abbiamo un mister proprio cazzuto a sto giro!!!

          • premesso che la testa bisogna usarla sempre, il caso specifico di cui si parla è l’entrata sul pallone di Acquah….va bene non protestare, ma le entrate al limite si fanno sempre, poi se sbagli e vai oltre il limite è giusto che si paghi, ma se trovi il solito figlio di p….può cacciarti anche per un soffio sul collo….senza esagerare può vedere un gomito alto in una entrata…in definitiva se arbitra Calvarese figlio di p…..giochi in 10 anche se li lasci correre liberamente in porta….gobbi vi odio

          • ti quoto@Marchese anche se capisco i motivi di @oldkingcole
            Il Toro del 76 non giocava col sangue agli occhi come molta gente immagina. Erano semplicemente consapevoli della loro forza, chi li ha visti ti dira’ che era la Juve che ne aveva paura. Dare il massimo al derby va bene ma con intelligenza.

          • probabile siamo coscritti se nel tuo nick il 61 è l’anno di nascita…fatico a ricordare un derby perso negli anni 70…e ricordo con piacere il Colbacco che tira uno sganassone al barone ( in minuscolo )…scene che quelli nati dopo non vedranno mai…grande Pupi nella tua foto….grazie a Lovi ho avuto modo di conoscerlo personalmente

          • @oldkingcole mi fa molto piacere quello che dici, si sono del 61 anche io. Probabilmente ti piace Nat King Cole come piace a me.

          • Quoto il “Marchese”.
            Bisogna anche non rispondere alle provocazioni (che regolarmente ci saranno)e il capitano (unico autorizzato dal regolamento a parlare con l’arbitro) deve far pesare e far rispettare il regolamento anche e sopratrtutto che il direttore di gara lo applichi anche x l’altra squadra. Ferrini e Zaccarelli lo facevano, Belotti mi pare ancora un po’ inesperto come Bianchi all’inizio.
            Il Toro degli anni 70, che ho visto tutto doveva anche allora combattere, con un fenomeno anche diverso….non tanto sui gialli…ma sul gioco pesante praticato da sempre (sin dai tempi di Trappattoni…sentii personalmente istruire Gentile in tal senso) dai gobbi. Bisogna rispondere con furbizia; allora cmq ci temevano molto e ho visto personalmente Zoff (non un portiere qualunque) tremare all’avanzata di Pupi e Ciccio in tandem……lo infilarono!

          • Benetti, Gentile…. allo stesso tempo un’ossimoro ed un eufemismo…., spaccagambe autorizzati impuniti ed impunibili. Ho visto il povero Castellini coi tacchetti in faccia di Benetti. Li avessimo avuti noi sarebbero stati espulsi ogni partita, mentre loro lo potevano fare.