Il rinnovo del contratto di Juric è uno degli obiettivi del Torino, il tecnico non ha conquistato solamente i tifosi ma anche i giocatori

Che Ivan Juric sia nel cuore dei tifosi granata lo si è capito da diverso tempo: allo stadio è ormai comune sentire cori per l’allenatore da parte della Maratona, sui social è facile imbattersi in commenti positivi nei suoi confronti. Il tecnico però ha saputo conquistare anche i suoi giocatori, pure quelli che finora sono stati meno impiegati: è un qualcosa di molto importante ma allo stesso tempo non scontato. Non è un caso che nelle ultime partite più di un calciatore granata ha deciso di festeggiare un gol andando ad abbracciare in panchina il proprio allenatore: lo hanno fatto Nemanja Radonjic e Pietro Pellegri dopo le rispettive reti in Coppa Italia contro il Cittadella (in un momento difficile dalla stagione, considerato che il Torino era reduce da una serie di risultati negativi tra cui quello nel derby pochi giorni prima), lo ha fatto anche Koffi Djidji dopo la rete contro il Milan (vedi foto).

Quegli abbracci dei giocatori a Juric

Il difensore francese deve molto a Juric, che lo ha rigenerato come calciatore facendolo crescere a vista d’occhio e dandogli fiducia fin dalle prime partite dello scorso campionato, un discorso simile vale anche per Pellegri e Radonjic: nonostante non siano sempre stati dei titolatissimi della formazione granata hanno sopra goduto della massima fiducia del tecnico. Ha un carattere particolare, Juric, ma il suo essere schietto, il mettere da subito in chiaro le cose lo hanno fatto apprezzare a livello umano anche da chi è al momento più ai margini del progetto o è stato del tutto escluso (“Mai avuti problemi con Juric” ha, per esempio, dichiarato Simone Verdi dopo essere approdato al Verona).

Un motivo in più per rinnovare il contratto

L’affetto dell’intero ambiente, dai tifosi alla squadra, nei confronti dell’allenatore non è passato inosservato neppure agli occhi di Urbano Cairo ed è uno dei motivi, non l’unico, che hanno spinto il presidente a iniziare a parlare con il tecnico di un eventuale rinnovo del contratto. Lo stesso massimo dirigente del Torino ha dichiarato recentemente di provare una profonda stima nei confronti di Juric, per convincerlo a firmare l’eventuale rinnovo dovrà però riuscire a convincerlo della bontà del suo progetto.

Koffi Djidji abbraccia Ivan Juric
Koffi Djidji abbraccia Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-11-2022


65 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Bologna65@
Bologna65@
6 giorni fa

…… spinto dal burrone pure dalla squadra

diego73
diego73
7 giorni fa

Juric se ne sarebbe andato già ad inizio campionato non lo ha fatto perché a giugno è troppo tardi per trovare una sistemazione. Ha fatto un ritiro con i primavera , rapporto con vagnati (da poco rinnovato)direi nullo,presidente tdc, ma perché dovrebbe rimanere? Il nostro forbicina ha bisogno di un… Leggi il resto »

odix77
odix77
6 giorni fa
Reply to  diego73

ci può stare, se però dovesse rinnovare che si fa? mi permetto solo di farti un piccolo appunto : piu che yes man ha bisogno di un allenatore che gli permetta di sfornare almeno una plusvalenza di buon livello all’anno senza la quale oggettivamente le squadre come la nostra non… Leggi il resto »

toro e basta
toro e basta
7 giorni fa

Sul rinnovo di Juric mi domando perché dovrebbe rinnovare.
Quali sono gli obiettivi del Toro?
Oltre al pareggio di bilancio si intende…

Scimmionelli
Scimmionelli
6 giorni fa
Reply to  toro e basta

Zerotreini: non passa neanche per l’anticamera del loro monoeurone che ogni obbiettivo, uno qualunque, sarebbe insostenibile senza pareggio di bilancio e che, quindi, dare il giro alla baracca per una Coppa Italia e una finale di Europa League, come ha fatto Borsano, non vale la pena.

toro e basta
toro e basta
6 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

Ma io sono d’accordo con te, prima di tutto il bilancio!!!
Dopo i mondiali si potrebbe trasferire il Toro in Quatar e così con quattro soldi si avrebbe uno stadio di propietà

Pagellone / Rodriguez continua a brillare sotto la gestione Juric

Mondiale, oggi c’è Marocco-Croazia: tocca a Vlasic