Under 21, buona prova di Parigini: ora nel mirino c’è il Toro

di Giulia Abbate - 22 Marzo 2019

Gli Azzurrini di Di Biagio pareggiano 0-0 contro l’Austria: un ottimo Parigini non basta ma si mette in mostra per convincere anche Mazzarri

Nell’amichevole disputata ieri dall’Under 21 azzurra contro l’Austria non è partito da titolare Vittorio Parigini che, tuttavia, ha saputo mettersi in mostra lo stesso, anche e soprattutto agli occhi di Mazzarri, sfruttando a pieno i minuti concessi dal ct Di Biagio a partita in corso. Lo schieramento parzialmente inedito adottato dal ct Azzurro, che si è affidato al 4-4-2 al posto del solito 4-3-3, ha costretto Parigini ad un primo tempo da spettatore ma una volta entrato in campo al 58′ al posto di Orsolini, il granata ha sfruttato a pieno l’occasione sfiorando anche la palla decisiva. Prima si rende pericoloso con un paio di sgroppate sulla sinistra che mettono in difficoltà la difesa austriaca, poi innesca perfettamente Murgia, stoppato da Ullman. Ma è sul finale del match che arriva quello che sarebbe potuto essere il pallone della vittoria: ottimo spunto sulla sinistra di un Parigini in grande spolvero che mette al centro un cross basso e teso su cui, purtroppo, non arrivano né Cutrone Valzania, entrambi in ritardo.

Parigini non basta all’Under 21 ma il Toro deve rivalutarlo

Una prestazione più che positiva, dunque, quella sfornata da Parigini sul campo del Nereo Rocco di Trieste contro l’Austria che purtroppo non è bastata all’Under 21 per tornare alla vittoria. Un successo che manca dall’ottobre scorso contro la Tunisia e solo sfiorato dai ragazzi di Biagio che non riescono a sbloccare lo 0-0 un avversario capace di impensierire più volte il portiere Audero, complici anche alcuni errori di troppo proprio degli azzurrini.

Tornando a Parigini, il numero 27 del Toro ha dato prova di grande solidità e di un talento che, anche un po’ inspiegabilmente, ancora non è riuscito a sbocciare del tutto tra le fila della formazione di Mazzarri. Il feeling con il campo non sembra mancargli e le iniziative prese con la maglia Azzurra confermano le qualità di un giocatore che ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista nell’Under 21 e attende, adesso, la giusta chance anche con il Torino. Un Toro che non può più permettersi di rinunciare al giocatore visto in campo a Trieste, soprattutto in vista della fase finale del campionato dove Mazzarri potrebbe finalmente concedergli l’occasione giusta per imporsi anche con la maglia della squadra che lo ha cresciuto.

più nuovi più vecchi
Notificami
DSR
Utente
DSR

Aspetta e spera

X