Verdi, per Torino-Lazio favorito nel ballottaggio con Bonazzoli

Verdi supera Bonazzoli: i due gol valgono una maglia da titolare

di Giulia Abbate - 31 Ottobre 2020

Dopo la prestazione contro il Lecce Verdi può partire titolare anche in campionato: l’attaccante è n vantaggio nel ballottaggio con Bonazzoli

Se i dubbi di Giampaolo in vista della sfida contro la Lazio, almeno per quanto riguarda difesa e centrocampo, non sembrano essere molti, il discorso è diverso per l’attacco dove il rientro di Belotti restringe le posizioni aperte e costringe Verdi e Bonazzoli a giocarsi l’unica maglia da titolare a disposizione. A fare da ago della bilancia, però, potrebbe essere la sfida contro il Lecce dove ad emergere è stato soprattutto l’ex Napoli autore di una prestazione più che positiva coronata dalla doppietta che ha regalato ai granata la vittoria e il conseguente passaggio del turno in Coppa Italia. Una prestazione che, di fatto, lo rende favorito rispetto al compagno di reparto.

Un’occasione da non sprecare: adesso serve la conferma

Schierato da Giampaolo già contro il Cagliari, dove almeno aveva potuto sfruttare l’alibi del poco tempo avuto a disposizione dopo il suo arrivo a Torino, anche contro il Lecce Bonazzoli non sembra aver convinto particolarmente il tecnico. Ci prova, questo gli va dato atto, ma i troppi errori davanti a Vigorito in fin dei conti pesano sul giudizio finale.

E il suo percorso, il suo tentativo di scalare le gerarchie di Giampaolo resta in salita. D’altro canto, il periodo attraversato dai granata non aiuta di certo e all’attaccante, che proprio al Torino sta cercando la sua personale rinascita, serve qualcosa in più per poter convincere il tecnico e strappare la titolarità. Non solo in vista del match contro la Lazio.

Un’occasione da non sprecare: adesso serve la conferma

Al contrario, invece, Verdi finalmente emerge e lo fa nel migliore dei modi: segnando. Vero, contro il Lecce la prestazione dell’attaccante non è ancora impeccabile e va a scatti: ottimo nel primo tempo, cala nella ripresa per poi resuscitare, letteralmente, nei tempi supplementari. La continuità manca ma indubbiamente è qualcosa in più di quanto visto fino a quel momento. E, soprattutto, le due reti e i tre punti conquistati gli danno quella fiducia che può spingerlo, si spera una volta e per tutte, verso livelli ben più alti.

A partire, il Toro e i suoi tifosi se lo augurano, proprio dal match di domani pomeriggio contro i biancocelesti di Inzaghi. In coppia con Belotti, Simone Verdi avrà non solo la possibilità ma anche l’obbligo di proseguire sulla strada tracciata contro il Lecce. Riprendersi il suo posto, e non solo per una giornata, al fianco del Gallo e mettere a tacere una volta e per tutte le tante critiche ricevute. Solo così, finalmente, potrà dirsi davvero ritrovato: per sé e soprattutto per il Toro.

Simone Verdi of Torino FC celebrates after scoring a goal during the Coppa Italia football match between Torino FC and US Lecce. Torino FC won 3-1 over US Lecce after extra times.

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mikechannon
Mikechannon
24 giorni fa

Ottimo primo tempo,pausa,scatenato nei supplementari…boh , io vedo solo uno che va piano e si fa rubare palla spesso. Meno male che io non capisco niente di calcio e Verdi ci darà grandi soddisfazioni

vecchiamaniera
vecchiamaniera
24 giorni fa

Andrò controcorrente,ma continuo a pensare che Verdi sia qualitivamente il più dotato in rosa.Ha carenze caratteriali notevoli e probabilmente il costo del suo cartellino non lo aiuta e pesa sul suo rendimento in campo.Nonostante ciò Giampi gli da fiducia e lui ne sta giovando e di conseguenza tt la squadra.Finalmente… Leggi il resto »

Francesco 71 (rondinella)
Francesco 71 (rondinella)
24 giorni fa
Reply to  vecchiamaniera

Concordo in buona parte, la spalla di Belotti (o Bonazzoli quando il gallo non è disponibile) è sicuramente Verdi (e l’alternativa dovrebbe essere Millico) che da seconda punta è stato presente ed utile nel gioco, oltre a garantire qualità nei calci da fermo. Il fatto che sia stato sopravalutato non… Leggi il resto »

vecchiamaniera
vecchiamaniera
23 giorni fa

Zaza con la 11 è un vero affronto a chi ha indossato quella maglia in precedenza,che evapori presto altrove.Su Millico tocchi una nota dolente,uno che si giocava il Trono del migliori con Vlahovic e Kulusewsy.Voglio vederlo in campo dal 1°e non x 5 minuti,ovvio che così senta la pressione e… Leggi il resto »