Nicola gli ha dato un nuovo ruolo, non tattico ma nel progetto: Zaza non è titolare nel Torino ma quando entra segna e porta punti

Non porta le borracce, né apre l’aria, ma sta nel gruppo ed entra all’occorrenza (quasi sempre, in realtà): Simone Zaza è un gregario di calcio e non di bici, talvolta segna e ultimamente, quando lo fa, regala punti alla squadra. Il ruolo non è certo quello che ci si aspetterebbe dal secondo acquisto più oneroso del Cairo presidente (costò 15 milioni nell’estate 2018), ma già il fatto che se lo sia ritagliato – o che Nicola lo abbia fatto per lui, scelgano i lettori – è una notizia, vista la bolla di critiche – altrui – e malumore – suo – che quasi sempre lo ha accompagnato da quando è sotto la Mole. Contro la Roma ci ha messo quaranta secondi e rotti a infilare il gol del 2-1: quello che, in una partita che i compagni avevano indirizzato bene, ha spianato la strada verso il successo. Un tap-in facile facile, dopo una imbucata di Mandragora per Belotti e conseguente tiro del Gallo parato da Mirante.

Cinque gol con Nicola: al Toro ha portato 7 punti

Non si grida alla resurrezione, né si incensa un miracolo: sono fatti. Zaza, da quando c’è Nicola, ha segnato cinque gol (quanti ne ha fatti Sanabria, ma il lucano ha giocato cinque partite in più) e con l’aiuto di questi il Toro si è portato a casa sette punti. Acqua fresca, per chi suda con l’obiettivo di evitare la Serie B. Reti pesanti, insomma. Le prime a Benevento, quando il paraguaiano numero 19, che poi gli ha preso il posto, ancora non c’era e lui era il titolare. Le altre contro il Sassuolo: un’altra doppietta – questa volta da subentrato – decisiva per ribaltare il recupero infrasettimanale, vincere 3-2 e uscire dalla zona retrocessione. L’ultima, appunto, contro i giallorossi. Era tutto fatto: i compagni avevano giocato una partita producendo tiri e occasioni a ritmi che non si vedevano dal breve regno di Mihajlovic, bastava una zampata al momento opportuno. E lui c’era, a meno di un minuto dall’ingresso in campo.

Entusiasmo e coesione: il commento di Zaza dopo la Roma

“Ora ci sono entusiasmo e coesione”: Zaza ha scelto, oculato, queste due parole per descrivere il momento del Torino. Parlava del gruppo e pure di se stesso: lui ora è “schierato dentro il progetto” – per usare la frase che Nicola ha usato in conferenza stampa – ed è aggrappato, con spirito, all’idea che sì, salvarsi è davvero un obiettivo imprescindibile e possibile assieme. Il merito, a sentire l’allenatore, è tutto del Simone con l’11, che come il Simone con il 24 (Verdi) si è ritagliato uno spazio nuovo riscoprendosi affidabile. Si mette da parte, elogiando il gruppo, ma Nicola ha cambiato il Toro lavorando sui singoli: Zaza è diventato gregario e decisivo. La salvezza è più vicina anche grazie ai suoi gol.

Zaza
Simone Zaza of Torino FC celebrates after scoring a goal during the Serie A football match between Torino FC and AS Roma.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 19-04-2021


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tric
tric (@tarcisio-ricca)
7 mesi fa

Lo Zaza normale fa troppi falli, prendendo regolarmente cartellini gialli e rossi ed ha un controllo di palla che avrebbe fatto accapponare la pelle di Altafini commentatore. In compenso spesso ha un buon tiro. Nell’insieme, dopo averlo visto per tanto tempo e nella mia personale ignoranza, lo darei volentieri via,… Leggi il resto »

Charlie66
Charlie66 (@charlie66)
7 mesi fa

su “questo lo facevo anche io” mi permetterei di dissentire. zaza era a dx del gallo fuori area, e nonostante belotti stesse tirando in porta, gli è girato dietro ed è andato verso il centro area, e anche con una certa garra, in attesa di una eventuale respinta che c’è… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Troposfera Granata (@carbonaro-doc)
7 mesi fa
Reply to  Charlie66

Proprio così, Zaza ha avuto il merito di seguire l’azione e tagliare esattamente là dove il pallone si sarebbe trovato in caso di respinta. Non certo una cosa da tutti.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
7 mesi fa
Reply to  Charlie66

io ho giocato a pallone a livello dilettantistico. Ma la prima cosa che dicevano alle punte era: tutti sul portiere perchè la puo ribattere lì o addirittura perderla ingenuamente, fare un errore Zaza ha fatto quel che avrebero fatto decine e decine di punte che giocano nell’Interregionale, e nelle categorie… Leggi il resto »

Gigi Meroni
Gigi Meroni (@taurinorum)
7 mesi fa

Grazie Simone e grazie a te Nicola che hai saputo valorizzare un bravo giocatore.

Torino-Roma, dove vedere la partita in TV e streaming

Nasce la Superlega: cos’è, come funziona e quali sono i 12 club fondatori