Zaza o Falque? Mazzarri non ha più un vero titolare

di Veronica Guariso - 14 Febbraio 2019

Zaza e Falque in ballottaggio per il posto al fianco di Belotti: per tutti e due è un periodo di forma poco brillante

Sembra che quel posto lì, al fianco di Belotti, non abbia ancora un vero e proprio padrone. I due giocatori in corsa per accaparrarselo sono Iago Falque e Simone Zaza. Entrambi però arrivano da periodi non del tutto proficui. Zaza non ha ancora inciso come avrebbe dovuto, non convincendo appieno Mazzarri. Dal canto suo però Falque sta attraversando un periodo di crisi e, data l’importanza della sfida col Napoli di domenica sera, neanche lui può dirsi il prescelto d’ufficio. Mazzarri dovrà perciò scegliere, anche se il rischio è quello di far scendere ulteriormente il morale ai due attaccanti, già  e con la mente poco libera. L’unica certezza resta il Gallo Belotti, che nell’ultima sfida è riuscito ad essere maggiormente presente in area avversaria, ma spendendosi ancora tanto in termini di sacrificio laddove dovrebbe agire qualche altro compagno.

Simone Zaza: il gol manca da settembre

Domenica contro il Napoli ritornerà a disposizione Simone Zaza, costretto a saltare la sfida con l’Udinese per squalifica. Il numero 11 della formazione granata però non è ancora del tutto certo di avere un posto tra i titolari, perché c’è anche Iago Falque che scalpita. Questo periodo si sta verificando poco proficuo per l’ex Juve e Sassuolo, che sembra non aver trovato ancora l’equilibrio giusto per tornare il gol.

Il girone di ritorno doveva essere il momento della svolta per Zaza, che nella prima parte di campionato aveva siglato solo una rete. Il giocatore ha avuto molteplici occasioni, vista soprattutto la crisi di Iago Falque, ma non ha saputo sfruttarle appieno. Non è detto perciò che domenica sarà al fianco di Belotti dal primo 1′, anzi. Tutto resta in discussione, con il campionato che si accorcia sempre di più ma il numero di gol che non aumenta.

Iago Falque, nervosismo e poca lucidità in campo

Se Zaza sembra non aver ancora trovato l’equilibrio giusto, Iago Falque sembra averlo perso. La pacatezza e la concentrazione che lo contrassegnavano, hanno cominciato a venir meno dalle ultime partite. Il match con la Roma ha dato inizio al tutto, con Mazzarri che ha scelto di toglierlo per inserire Zaza a causa della poca lucidità dello spagnolo.

Iago non ha poi presenziato tra i titolari contro l’Inter, dove ha giocato solamente nel finale, ed è rimasto in panchina con la Spal. Ha però ritrovato spazio contro in Torino-Udinese, con Zaza squalificato, ma anche in quest’occasione non è riuscito a segnare, sprecando anzi alcune palle gol. Anche lo spagnolo quest’anno non è riuscito a replicare la scorsa stagione, andando a segno solo 3 volte.

più nuovi più vecchi
Notificami
RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

Per come gioca W.M. la risposta è quasi scontata, Zaza sa far salire meglio la squadra facendo la vera prima punta. A Napoli, non si può certo sperare di fare chissà che esperimenti. Modulo a 5 difensori, 2 mediani e mezzo (Belotti) e il terziono trequartista. Si al San Paolo… Leggi il resto »

P@t71 - #cairovattene
Utente
P@t71 - #cairovattene

È riuscito a rovinare anche Iago…
Il nano le pensa tutte per mantenere la metà classifica….

Andreas
Utente
Andreas

Iago ha già avuto dei momenti out negli anni passati; poi ne esce sempre e lo farà anche quest’anno (anche con Mazzarri): rinnoviamogli la ns fiducia: gli serve, e per lui ha un senso. I limiti di Zaza invece tirano fuori i miei!