Calciomercato Torino, cessioni bloccate: si attendono le valutazioni di Mazzarri

65
Mazzarri
CAMPO, 6.1.18, Torino, Stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: Walter Mazzarri

Gli addii di Bonifazi, Boyé, Gustafson e Valdifiori dipenderanno dalle scelte del tecnico di San Vincenzo: da domani inizieranno i test

Inizieranno domani i casting per il nuovo Torino di Walter Mazzarri. La ripresa al Filadelfia, dopo le ferie, segnerà davvero l’inizio del rinnovato corso granata dopo i frenetici giorni dell’addio di Mihajlovic. E poco importa se il mercato di riparazione sta già entrando nel vivo, il Toro, al momento, non ha fretta. Prima sarà tempo di valutazioni, anche per chi sembrava destinato già da tempo a cambiare aria. Le cessioni infatti, così come le entrate, sono bloccate, in attesa che il tecnico possa scegliere sul campo gli uomini che dovranno risollevare le sorti di una stagione mediocre. Da Bonifazi a Boyé, da Valdifiori a Gustafson: il valzer degli addii non si è ancora concretizzato per precise indicazioni di mister Mazzarri. Il primo, in particolare, ha la strada spianata verso Ferrara. La Spal, e Semplici, lo riaccoglierebbero a braccia aperte, ma per il momento è tutto rimandato.

Discorso in parte simile per Lucas Boyé, seguito attentamente dal Verona del ds Fusco – del quale è un vecchio pallino -, ma ancora senza il via libera da parte del Torino. Per Samuel Gustafson, invece, la cessione in prestito sembra solo questione di tempo. Al di là di ogni test, lo svedese ha bisogno di trovare continuità e difficilmente potrà farlo in granata, vista la concorrenza a centrocampo: Empoli e, soprattutto, Brescia sono alla finestra. Capitolo a parte, invece, per Mirko Valdifiori. Le dichiarazioni del suo agente, rilasciate ieri a Radio Sportiva, sembrano aver allontanato ogni proiezione sul suo futuro lontano da Torino, almeno fino a fine stagione. Da domani i granata inizieranno a lavorare. Un occhio al Sassuolo, prossimo avversario al Mapei Stadium, e uno al mercato, inevitabilmente. Il nuovo Toro di Mazzarri è in cerca degli uomini giusti. Il calciomercato, poi, potrà decollare.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giancarlo (Gianky1969)
Ospite
Giancarlo (Gianky1969)

Le pressioni psicologiche in una squadra che viaggia tranquillamente a metà classifica da anni, in un campionato scontato e per lo più senza stimoli (ricorderei la frase di Mr. c. dell’anno passato, proprio di questi tempi), sono decisamente deboli. E se le subisci, tanto da condizionarne il rendimento, a questo… Leggi il resto »

...
Utente
...

Quello che preoccupa non è chi esce ma chi arriva…

Matteo1
Utente
Matteo1

@Giancarlo (Gianky1969) se ti dicessi che se ne sono visti altri di giocatori validi rovinati perché senza un protettore idoneo, forse anche tu potresti portare dei validi esempi. Finora nessuno ci ha puntato veramente sopra, questo è il punto, e sotto il serbo è rimasto fragile psicologicamente, ma è dovuto… Leggi il resto »