Il tabellone del calciomercato del Torino: tutto in stand-by, si lavora alle uscite

16
Bonifazi
CAMPO, 29.11.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Coppa Italia, TORINO-CARPI, nella foto: Kevin Bonifazi

Ogni scelta sarà subordinata alle prove tattiche di Mazzarri. Bonifazi-Spal: ci siamo quasi. Per Belotti sirene estere, in entrata è tutto fermo

Una settimana di calciomercato è già trascorsa, ma come prevedibile il Torino, per ora, sta fermo. Nulla di strano, a dire il vero: l’arrivo di Walter Mazzarri sulla panchina dei granata ha stravolto i piani societari, e saranno necessarie alcune prove di natura tattica per capire, bene, il da farsi. Mazzarri, infatti, sicuramente non punterà solo sul 4-3-3, già impostato dal suo predecessore Mihajlovic. In ballo c’è anche il passaggio alla difesa a tre, che potrebbe portare a un 3-5-2 o al 3-4-1-2, che valorizzerebbe Adem Ljajic, ora a rischio cessione. E a proposito di cessioni, è più sul mercato in uscita piuttosto che su quello in entrata che la società granata si è finora mossa.

Kevin Bonifazi, per esempio, è molto vicino al ritorno alla Spal per sei mesi, così da poter avere spazio e potersi davvero misurare con il campionato di Serie A. Come lui, la cessione in prestito di Gustafson è vicina: c’era la Pro Vercelli, prima; ora, invece, si registra il sorpasso importante del Brescia. Qualche sondaggio è arrivato anche per Valdifiori, senza però ulteriori novità, mentre per giugno si fanno sempre più insistenti le voci intorno al Gallo Belotti, corteggiato dal Manchester United ma soprattutto dall’Atletico Madrid (che già lo aveva molto cercato lo scorso anno). In entrata, invece, per ora è calma piatta. Per ora, appunto, in attesa di novità delle prossime settimane. Piacciono, moltissimo, Laxalt e Lazzari (il primo più del secondo), ma entrambi costano molto: circa 9 milioni. Inoltre, data la quasi certa partenza di Sadiq, il Torino starebbe pensando a una nuova giovane punta come vice-Gallo: si tratta di Damascan, attaccante moldavo 19enne in attesa di ottenere il passaporto romeno. Il Toro, per acquistarlo, è in vantaggio su tutte le pretendenti.

A centrocampo, poi, qualcosa potrebbe succedere: il rientro di Lukic è congelato, così come l’addio di Acquah, che vorrebbe restare in granata per giocarsi le sue chances con Mazzarri. In caso di addio del ghanese, il Toro si ritufferebbe su un vecchio pallino di Petrachi: Donsah. Per ora, però, si attende. Le novità arriveranno, con calma, nelle prossime settimane. Ecco il tabellone del calciomercato del Torino, con tutte le trattative, le operazioni ufficiali e la rosa aggiornata.

Il tabellone del calciomercato del Torino

ARRIVI

Acquisti:

Trattative: Capoue (c, Watford); Damascan (a, Sheriff Tiraspol); Donsah (c, Bologna); Imbula (c, Tolosa); Laxalt (c, Genoa); Lazzari (c, Spal); Nestorovski (a, Palermo); Okaka (a, Watford); Pazzini (a, Verona)

PARTENZE

Cessioni:

Trattative: Acquah (c, Benevento, Genoa, Spal); Belotti (a, Atletico Madrid, Manchester United); Bonifazi (d, Spal); Boyé (a, Benevento, Celta Vigo, Levante, Spal, Verona); De Luca (a, Renate); Gustafson (c, Brescia, Empoli, Pro Vercelli); Ichazo (p, Deportivo Cali); Sadiq (Crotone, Roma); Valdifiori (c, Empoli, Spal)

ROSA ATTUALE

Portieri: Ichazo, Milinkovic-Savic, Sirigu.

Difensori: Ansaldi, Barreca, Bonifazi, Burdisso, De Silvestri, Lyanco, Molinaro, Moretti, N’Koulou.

Centrocampisti: Acquah, Baselli, Gustafson, Obi, Rincon, Valdifiori.

Attaccanti: Belotti, Berenguer, Boyé, De Luca, Edera, Falque, Ljajic, Niang, Sadiq.

Allenatore: Mazzarri.

16 Commenti

  1. Il quadro dipinto da @mimmo mi sembra al momento il più verosimile. A latere, non capisco la quotazione di Laxalt. Si trova praticamente nella situazione di D’Ambrosio, in scadenza, non rinnovabile, in cui per prendere qualcosa ci siamo dovuti accontentare di 1,5 milioni. Come fa Preziosi a pretenderne 9 ?? Chiaro che in questa situazione si aspetta giugno e lo si prende a zero.

  2. La scelta di rimanere sul 433 sostengo sia praticamente scontata , in quanto per passare alla difesa a 3 occorrerebbe acquistare il 6° centrale ( 3 titolari e 3 riserve ), mantenendo in organico Bonifazi . Più facile prestare Kevin per fargli acquisire gli automatismi nello scacchiere di Semplici .
    In buona percentuale arriverà Damascan come vice Belotti ( stanno x concedergli il passaporto rumeno ) , mi auguro che vengano ceduti il figlio di Gustavo ( in scadenza di contratto a giugno – non si può prestare ma regalare ) e Valdifiori , con una acquisizione di un centrocampista ( Bessa ? Besic ? Imbula ? Donsah ? Castro ? ) . Sul laterale x arrivare a giugno mi accontenterei dei recuperi di Ansaldi e Barreca . Francamente 10 milioni x Laxalt o Lazzari sono eccessivi .

  3. Classifica delle cose tristi di Torino:
    Primo posto Il calciomercato di gennaio di Cairo
    Secondo posto La nebbia ( e non la abbiamo neanche più come un volta)
    Terzo posto noi tifosi che aspettimao i colpi di mercato di gennaio.
    Quattro posto: tutte quelle maglie bianconere tra i bambini. (Lo metterei al primo posto ma si sa i bambini sono innocenti…)
    Quinto posto: gli articoli di riassunto del calciomercato su Toro.it

  4. mc , permetto che nn ho niente contro Mazzarri e che lo reputo un buon allenatore , in Italia ne abbiamo attualmente parecchi, ma la stagione ahime la ritrngo compromessa .
    Per quanto riguarda le garanzie richieste
    da Mazzarri le avrà ottenute per il mercato estivo, UC a gennaio spende poco e lo dico sinceramente c’ è poco da comprare per società che nn dispongono finanze illimitate.
    Spero comunque che tu abbia ragione , conta solo IL TORO .

  5. Ciao Mimmo,credo che fino a giugno Mazzarri non stravolgera’ il modulo e ono d’accordo con le tue considerazioni su come sara’ il nostro mercato di gennaio.Mi raccomando ,siccome Striscia ha fatto un servizio in cui il 67% dei Casertani non si allaccerebbe le cinture di sicurezza,consiglia ai tuoi attuali concittadini di allacciarle perche’ e’ partito il Toro dream di Mazzarri e potrebbero esserci delle impetuose accelerazioni.

  6. Non ci vuole la sfera di cristallo e non bisogna essere il mago Silvan per indovinare che gli acquisti se arriveranno saranno acquisti Carlao style o non arriverà nessuno, del resto braccino è dai tempi di Abbruscato che non investe forte a gennaio.

  7. …quel finocchietto è il nostro Hamsik… avete capito che non vinceremo mai niente??
    Cairo sceglie gli allenatori solo per le sue tasche… ora la priorità è Valorizzare quella fighetta e far riprendere Belotti.. ha fatto cambiare credo calcistico a Mazzarri per questo.. altrimenti con il centrocampo a 4 Il finocchio non giocherebbe mai

  8. Per me non arriverà nessuno e ci limiteremo a operazioni minori (Damascan per Sadiq e qualcuno che rimpiazzi Gus se Mazzarri dara’ il via libera alla sua cessione). Ne sono certo soprattutto se arriveremo a fine stagione continuando con il 433. Se invece Mazzarri vorrà passare sin da subito al 352 allora potrebbero concretizzarsi subito colpi come Laxalt e Lazzari. Prendere gente buona per il 433 e poi abbandonare il modulo sarebbe ridicolo. Unica eccezione i centrocampisti che in entrambi i moduli possono adattarsi bene, cambiando praticamente solo determinati movimenti e atteggiamenti. Quindi, tolte operazioni di prospettiva su giovanissimi stranieri, al massimo mi aspetterei l’arrivo di un centrocampista disponibile a prezzi onesti visto che a gennaio tutti sparano alto. E credo che Cairo, già di per se restio a spendere e spandere, si sia abbondantemente scottato con Sinisa.