Il Torino si appresta a salutare definitivamente Alfred Gomis: nelle casse granata arriveranno dalla Spal circa 1,5 milioni di euro

Dal prossimo 1 luglio Alfred Gomis non sarà più un calciatore di proprietà del Torino, la Spal, infatti, riscatterà il cartellino del portiere che con l’addio di Alex Meret sarà presumibilmente il titolare tra i pali della porta biancoazzurra. Dalla cessione a titolo definitivo dell’estremo difensore senegalese la società granata incasserà circa 1,5 milioni di euro, ovvero la cifra pattuita un anno fa tra le due società quando l’ex Primavera è stato ceduto in prestito. L’addio definitivo di Gomis al Torino era stato preventivato già l’estate scorsa, quando nel contratto di cessione in prestito del giocatore era stata inserita la clausola dell’obbligo di riscatto.

Gomis insieme a Niang al Mondiale in Russia

Alfred Gomis in questa stagione ha dato un contributo fondamentale per la salvezza della Spal: il portiere, favorito anche dai problemi fisici avuti da Alex Meret, ha giocato con una certa continuità collezionando ventisei presenze in campionato più altre due in Coppa Italia e dimostrando di poter essere tra i protagonisti della serie A. Ora, insieme al granata M’Baye Niang, è in ritiro con la propria nazionale, il Senegal, con cui nelle prossime settimane sarà impegnato nel Mondiale in Russia.

Gomis, alla Spal l’occasione che non ha avuto al Torino

La storia di Gomis con il Torino sembrava destinata ad essere molto diversa: due anni fa l’ex Primavera sarebbe dovuto essere il titolare della porta granata ma, nel precampionato, non è riuscito a convincere il tecnico Sinisa Mihajlovic. L’estremo difensore fu prima superato nelle gerarchie da Daniele Padelli, titolare nelle prime uscite stagionali, poi lasciò la squadra granata con l’arrivo di Joe Hart dal Manchester City. Non appena la stagione 2018/2019 prenderà ufficialmente il via, il portiere non sarà più a tutti gli effetti un giocatore del Torino.


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Dante
Dante
3 anni fa

Il Gomis visto a Torino nell’ultima partita mi é sembrato un portiere di tutto rispetto, peccato anche se in porta siamo coperti più che bene. Ringrazio il serboscemo per averci fatto giocare un anno con Hart (gran personaggio) e aver fatto cedere lui per una forma di formaggio e un… Leggi il resto »

DHEA
DHEA
3 anni fa

Concordo con tulliogritti.
Secondo me i prossimi da attenzionare bene sono FERIGRA(a mio avviso davvero forte),ADOPO e forse BUTIC(quest’ultimo da valutare in una serie B o alta Lega Pro)

Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

Stai sereno che la politica delle mezze tacche è centrale nelle strategie imprenditoriali del proprietario. Per i 5-6 buoni a stagione su cui fare speculazione ne hai almeno 15 (tra giovani e anziani) scarsi, tanto per non rischiare.

Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

Che gli acquisti un tanto al kilo a tentare la sorte tipo Gustavo, Lukic, Boyé…. non mancheranno mai. Politica del mucchio con zero scouting. Il “non rischiare” è riferito, evidentemente, al non volere andare oltre la mezza classifica e speculare sui pochi buoni. La c/d politica del cartellino appeso al… Leggi il resto »

Dante
Dante
3 anni fa

Ma non confonderti con i sapientoni, s non vedi quanto sono ridicoli?

Calciomercato Torino, Ljajic: il futuro è appeso al Mondiale

Calciomercato Torino, Acquah vuole giocare: l’Inghilterra chiama