“C’è da lavorare sui quinti”, ha detto Juric dopo Torino-Milan: non solo sulla trequarti, anche sulle fasce il Toro deve crescere

Al Torino del futuro prossimo, quello della stagione 2022/2023, non serve solo amore sulla trequarti, per usare la terminologia di Ivan Juric, cioè uno o più giocatori in grado di dare inventiva e fluidità nei metri decisivi. Serve anche un grande lavoro di miglioramento sulle fasce, lì dove si sono ritagliati un ruolo da protagonista – quasi solitario – Wilfried Singo e Mergim Vojvoda, ma dove secondo il tecnico ancora si può fare di più. Come per il reparto dei trequartisti, anche in questo caso la strategia affianca il lavoro di campo con quello sul mercato: si tratta da un lato di tirare fuori ancora di più dal materiale tecnico a disposizione che più si è rilevato funzionale nel corso dell’annata, ovvero dai due titolari, e dall’altro di investire nel ruolo portando uno o più volti nuovi al Filadelfia.

Juric vuole alzare la qualità del Torino

“Dobbiamo lavorare sui quinti”, ha detto Juric dopo il pareggio a reti bianche contro il Milan. Alla vigilia, il tecnico inseriva i cross e i dribbling nel pacchetto di miglioramenti da apportare al Toro per alzare la qualità e arrivare al livello di Sassuolo e Fiorentina. Due fondamentali in cui gli esterni granata ancora devono migliorare, oltre alla produzione offensiva. A Verona, il tecnico ha avuto a disposizione esterni prolifici come Lazovic, Faraoni e Dimarco. In granata, fin qui, ha trovato solo tre gol da Singo e nemmeno uno da Vojvoda. Troppo poco, visto che l’apporto delle fasce è da sempre un’arma preziosa – nelle squadre di Juric – per aumentare la produzione offensiva globale della squadra.

Aina e Ansaldi, futuro da decidere. E Fares…

Se su Singo e Vojvoda Juric ha dimostrato di voler lavorare tanto, anche in futuro, lo stesso non si può dire delle riserve attualmente in rosa. Ansaldi ancora si gioca il rinnovo, ma fin qui si è visto ben poco. Aina è tornato ad assaggiare il campo contro il Milan dopo settimane di panchina, ma non ha mai convinto del tutto il tecnico. In questo quadro, sul mercato andranno fatte delle scelte. A partire da quel Momo Fares arrivato a gennaio ma mai a disposizione a causa del grave infortunio nel quale è incorso al secondo allenamento: i granata hanno intenzione di valutare con la Lazio, proprietaria del cartellino, un nuovo prestito per la prossima stagione. È da vedere se a Juric basterà o se invece vorrà un altro acquisto per migliorare il rendimento delle fasce laterali.

Wilfried Singo
Wilfried Singo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-04-2022


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
M4rcus
M4rcus
1 mese fa

Io stravedo per Singo. Strapotere fisico. Theo Hernandez grazie a lui non ha combinato niente e non ha poturo permettersi le solite sgroppate perche con Singo non ce la faceva. E’ una costante spina nel fianco per le difese avversarie,gli esterni dal suo lato devono sempre pensare a difendersi più… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  M4rcus

sono molto d’accordo con e

Sunnapunna
Sunnapunna
1 mese fa

Singo sta imparando. Questo non e’ il 3 5 2 Cia’ le fascia bloccata rispetto agli anni precedenti quindi non puo solo buttare su la palla e inseguirla. Lotta e corre… Non si ferma mai. In difesa aiutato dallo strapotere fisico, non e’ cosi facile da saltare. Poi se ti… Leggi il resto »

Troposfera Granata
Troposfera Granata
1 mese fa

Io venderei anche cavallo_pazzo_singo, coi soldi che prenderemmo dalla Premier ci tiriamo fuori qualcuno di simile a un dimarco + un prospetto da testare.

Osservatori del Toro a Bucarest: nel mirino c’è Octavian Popescu

Lazio-Torino è anche un incontro di mercato: sul tavolo il rinnovo del prestito di Fares