Laxalt resta? Piace in Russia e il Milan torna a parlarne col Torino - Toro.it

Laxalt resta? Piace in Russia e il Milan torna a parlarne col Torino

di Andrea Piva - 30 Gennaio 2020

Calciomercato Torino / Nelle scorse settimane l’agente di Laxalt aveva assicurato che il terzino sarebbe rimasto, ma gli scenari ora potrebbero cambiare

Salvo sorprese Diego Laxalt resterà al Torino fino al termine della stagione. Proprio le sorprese, in queste ultime ore della sessione estiva di calciomercato, sono però in agguato: l’esterno uruguaiano sta infatti ricevendo apprezzamenti da parte del CSKA Mosca. Apprezzamenti che non si sono ancora tramutati in una vera e propria offerta ma che, ai dirigenti del Milan (società proprietaria del cartellino del giocatore), non lasciano indifferenti. Anche perché sembra sempre più improbabile che a fine campionato Urbano Cairo sborsi gli 11,5 milioni previsti dalla clausola del riscatto.

Calciomercato Torino: Laxalt sotto contratto fino al 30 giugno

Il Milan inoltre è ora alla ricerca di un nuovo vice di Theo Hernandez, dopo che Ricardo Rodriguez è stato ceduto al PSV Eindhoven e che la trattativa per Matias Viña sembra essersi definitivamente arenata. Laxalt non è a prima la scelta per i rossoneri, ma è comunque un’ipotesi che Paolo Maldini e Zvonimir Boban stanno prendendo in considerazione.

In mezzo a tutto ciò anche il Torino ha però voce in capitolo, almeno per quanto riguarda l’immediato: l’uruguaiano ha un contratto fino al termine della stagione con i granata che, in casa di sua partenza, si ritroverebbero con un buco sulla fascia sinistra da coprire nelle ultimissime ore di mercato.

L’agente aveva dichiarato: “Diego vuole restare”

Senza considerare poi che, nelle scorse settimane, Ariel Krasouski, uno dei due procuratori che curano gli interessi dello stesso Laxalt, aveva pubblicamente rivelato la volontà del giocatore di non cambiare aria: “Diego vuole restare al Torino, ha firmato un contratto e vuole continuare la sua esperienza in granata. A luglio vedremo, il Torino ha il diritto di riscatto: o rimarrà al Torino oppure tornerà al Milan. Ma ora non andrà da un’altra parte per cinque o sei mesi”.

Per tutta questa serie di motivi, al momento, sembra più probabile che Laxalt resti all’ombra della Mole almeno fino al 30 giugno. Ma, come sempre Krasouski aveva aggiunto: “Nel calcio mai dire mai”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Pacco, doppio pacco e contropaccotto.
Scienziati urbanetto&uolly

ardi06
Utente
ardi06

Intanto il parma ha preso caprari e barac

Cup
Utente
Cup

Mandiamo via anche lui che il prossimo anno voglio vedere chi gioca! Sirigu non credo proprio resterà, così come N’Koulou, Belotti e forse Izzo. Gente come De Silvestri, Meitè, Lukic, Djidji, Berenguer, anche se qualcuno resta non dovrebbero essere titolari, così come Ansaldi e Rincon che cominciano ad avere qualche… Leggi il resto »