Gli umbri sono alla ricerca di un centrocampista: ma l’ingaggio è proibitivo e la cadetteria non convince Obi. Possibili anche piste estere

Se non a gennaio, sarà a giugno. Ma il Toro sta già cercando di sistemare per la prossima sessione di mercato Joel Obi, che in granata ha convinto molto poco e che, soprattutto, non è riuscito a riscattarsi con Mihajlovic dopo un anno particolarmente tormentato a livello di infortuni. Insomma, la sua esperienza all’ombra della Mole sembra al capolinea, e potrebbe non servire nemmeno una partita superlativa contro il Genoa (ammesso che scenda in campo, e le possibilità sono ridotte all’osso) per far cambiare idea alla dirigenza granata. L’ex Parma, acquistato a sorpresa da Petrachi un anno e mezzo fa, è insomma con le valigie in mano, anche se gli offerenti latitano.

Troppi sono gli infortuni che stanno condizionando la carriera del nigeriano classe ’91, con un contratto in essere fino al 2019. E proprio quest’ultimo elemento, più ancora che quello legato al fisico del ragazzo, sembra condizionare ogni possibile trattativa: in granata, infatti, Obi percepisce circa 450mila euro netti (più bonus per altri 200mila euro) e il suo cartellino venne pagato dall’Inter oltre 2 milioni di euro. Un’operazione destinata a produrre una minusvalenza, anche perché nel progetto tattico di Mihajlovic il giocatore rientra sempre di meno, e non a caso il Toro si sta attivando per acquistare un centrocampista di quantità (e qualità) che possa proprio andare a sostituirlo.

obi
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Joel Obi

Per questo, l’agente è alla ricerca di una nuova sistemazione, in Italia o all’estero, presso una squadra disposta a dargli più spazio e considerazione. Poco o nulla si è mosso in Serie A, a differenza della cadetteria, dove il Perugia ha fatto più di un sondaggio per capire se ci fosse la possibilità di arrivare per lo meno a un prestito del giocatore. Con gli umbri, i rapporti sono buoni: due anni fa arrivò Parigini; quest’anno c’è Chiosa, e la possiblità di trovare un accordo tra le società non è impossibile. Da convincere è più il giocatore, partito come enfant prodige nell’Inter e ora con le prospettive di ritrovarsi addirittura retrocesso di categoria.

La prospettiva di un trasferimento in B per ora non scalda, ma resta una delle poche in piedi. In alternativa, si scandaglia anche il mercato estero, francese in particolare, per provare a trovare una soluzione. Nei piani del Toro, la cessione di Obi dovrà materializzarsi entro il 31 gennaio: è uno dei giocatori maggiormente in vetrina, e con il mercato ancora in attesa di decollare, si potranno aspettare alcune sorprese. Per Obi, in primis.


68 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rimbaud
rimbaud(@rimbaud)
5 anni fa

Quanto alla succursale della Roma, non ero per nulla d’accordo col mercato estivo, ma col senno di poi per ora gli affari li abbiamo fatti noi.

rimbaud
rimbaud(@rimbaud)
5 anni fa

buon giocatore ,se stesse bene 2 milioni per lui erano un’inezia. Una scommessa tra le tante a cui siamo abituati, a volte va bene come con Castan, a volte va male.

Gianky1969
Gianky1969(@gianky1969)
5 anni fa

A proposito di bufale prese o che ci hanno rifilato (a noi tifosi): ma che fine ha fatto Toro Channel? Nessuno ne parla più. Si accenderà mica quando quello piccolo, brutto e con quei caxxo di capelli sarà ceduto? Regalo di natale, babbo non farmi più vedere Martinez pascolare nel… Leggi il resto »

Gaston Silva può dire addio al Granada: sul difensore c’è il Betis

Torino-Genoa, per Iturbe è duello anche di mercato