Calciomercato Torino / I due sono sul mercato ma finora per l’attaccante e per il terzino si sono registrati solo dei sondaggi

Prima le cessioni, poi gli acquisti: è questa la regola del Torino, ripetuta più volte anche da Ivan Juric, in questa sessione di mercato. Prima di pensare a come rinforzare la squadra, il compito di Davide Vagnati è quindi quello di trovare una sistemazione agli scontenti che hanno chiesto di andare via o a chi non rientra più, per vari motivi, nei piani societari. Tra questi, per fare nomi e cognomi, ci sono Brandon Soppy e Demba Seck.

Calciomercato Torino: il caso Soppy

E qui arriva il difficile per Vagnati. Sia per il terzino che per l’attaccante non sono infatti arrivate finora vere e proprie offerte, solamente qualche richiesta di informazioni. Soppy, come noto, è di proprietà dell’Atalanta ma la società bergamasca non ha alcun interesse nel risolvere anticipatamente il prestito per riprendere un giocatore che non rientra nei piani di Gian Piero Gasperini (che anche nella passata stagione non l’ha quasi mai fatto giocare), riprenderà l’esterno solamente nel caso in cui dovesse arrivare l’offerta di un’altra squadra interessata a prenderla. Trovare una società disposta ad avere Soppy e intenzionata a farlo giocare è però nell’interesse di tutti: del Torino, che libererebbe un posto in squadra, dell’Atalanta che vuole guadagnare dalla cessione a titolo definitivo del giocatore e sa che il club granata non eserciterà la clausola del riscatto, dello stesso Soppy, che nell’ultimo anno a mezzo ha visto pochissimo il campo e vorrebbe giocare con maggiore continuità. Per questo anche il procuratore del francese è al lavoro per trovargli una sistemazione.

Calciomercato Torino: il caso Seck

Per Seck si era invece fatto avanti il Palermo ma la società siciliana, alle iniziali richieste di informazioni, non ha al momento fatto seguito con una vera e propria offerta. E neppure i club che in estate avevano cercato l’attaccante, trovando però le porte chiuse del Torino, ora sono tornati alla carica. Seck, che ha anche rotto con l’ambiente per le note vicende extracalcistiche, come dimostrano i fischi con cui è stato accolto nelle ultime partite casalinghe, resta comunque sul mercato ma sembra essere difficile che possa lasciare la squadra granata a titolo definitivo in questa sessione di mercato: più probabile un prestito. Vagnati è ora al lavoro per cercargli una nuova sistemazione, temporanea o definitiva che sia. Il tempo non manca: ha ora due settimane e mezzo per riuscire a cederlo.

Demba Seck
Demba Seck
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 15-01-2024


36 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tric
1 mese fa

Risposta al titolo: non ne dubito!

diego73
1 mese fa

Seck a raccogliere barbabietole nel latifondo del pves,soppy da usare come modello per le ciabatte marchiate Toro. Si continua a parlare di mercato in entrata solo in caso di vendita. E cosa si vuole comprare con la vendita di Seck più Rado?

direibene18
1 mese fa

Chissà come mai nn vedono il campo e mancano offerte, sarà colpa di Juric.

Juric chiede di alzare il livello: ecco cosa manca al Torino

Juric blocca Pellegri: sempre più spazio in futuro