Coppitelli: “La sconfitta è eccessiva ma sono emersi i nostri difetti”

di Veronica Guariso - 20 Gennaio 2019

L’allenatore del Torino Primavera Federico Coppitelli ha parlato ai microfoni, dopo l’ultimo match del girone di andata, Torino-Cagliari

Brutta sconfitta rimediata contro il Cagliari per 2-3 dal Torino Primavera, che ha giocato l’ultimo match del girone di andata, chiudendo con lo stesso risultato del Torino prima squadra contro la Roma. I giovani granata erano imbattuti fino a qui in casa,così come il Torino di Mazzarri in trasferta, ma entrambe le formazioni hanno perso il primato. Coppitelli, dopo la sfida con i rossoblu, si è concesso ai microfoni, parlando del match.

“In questo momento c’è tanto rammarico per aver perso in casa, dà fastidio, deve farci arrabbiare, è evidente. Dal punto di vista tecnico e tattico la sconfitta è eccessiva anche per quanto visto in campo. Come visto a Sassuolo, dobbiamo trovare quello spirito che ci faccia tornare a giocare con serenità. Diamo le cose troppo per scontate. C’è rammarico per la partita ma bisogna contestualizzarla nel percorso di questi mesi fantastici. Oggi in 4 occasioni abbiamo visto 3 gol. Abbiamo creato tanto e potevamo pareggiare o anche vincerla. Dopo aver fatto il primo gol potevamo segnarne un secondo come ci è successo tante altre volte. C’è molto rammarico sul terzo gol perchè una mancanza di attenzione ci ha condannato. Questa partita è una di quelle dove abbiamo creato in più in casa.

Coppitelli: “Sono venuti a galla i nostri difetti”

Il mister ha continuato poi facendo un discorso sui difetti dei suoi ragazzi emersi nel corso del match: “Sono venuti a galla i nostri difetti e se pensiamo di vincere senza fare determinate cose sbagliamo. Col Cagliari si è visto perchè ci hanno fatto 3 gol. I ragazzi spero l’abbiano compreso soprattutto se vogliamo fare una stagione in testa alla classifica.” Ha poi continuato soffermandosi sul periodo che si sta attraversando. “Siamo orgogliosi di quanto fatto. Anche oggi non posso rimproverare nulla. Sono venute soddisfazioni personali e di squadra, e di conseguenza molti riconoscimenti individuali di tutti i tipi, che hanno dato visibilità ai giocatori. A volte si rischia di perdere un po’ di attenzione così. Oggi avevamo 4-5 giocatori che in settimana non hanno pensato alla partita, chi tra nazionale, infortuni o prima squadra. E’ venuto a mancare qualcosa dal punto di vista della testa, ma ne avevamo già parlato anche dopo il Sassuolo e col Chievo, dove ci eravamo appoggiati alle nostre qualità. Non è in riferimento proprio ad oggi, ma è un periodo che va così.”, queste le parole di Coppitelli.

Coppitelli:” Sono squadre equilibrate, tutte forti”

Coppitelli ha continuato poi così: “Oggi abbiamo sbagliato un po’ a livello difensivo. Ferigra si è sentito che mancava e ha dato fastidio per l’assenza causata da un’espulsione per un comportamento superficiale. Non ci sono stati tanti errori a livello tecnico. Noi siamo questi. Sapevo che prima o poi dovesse arrivare la sconfitta. Pensavo avremmo perso col Chievo, ma Vincenzo con la tripletta ha portato alla vittoria. E’ un periodo dove dobbiamo fare il passaggio dall’essere insieme una grande squadra, ad essere individualmente grandi giocatori, anche perchè è bello che ci sia voglia di valorizzare i ragazzi ma vanno tenuti sotto equilibrio o perdono il loro valore. Se è gratificante che i nostri ragazzi siano pensati dalla Serie A, dall’altro lato è complicato dire che loro andando in prima squadra possano cambiare le sorti.

Ha poi continuato parlando del Cagliari ed in generale delle squadre: “Sono tutte partite equilibrate. L’anno prima che venissi, il Torino aveva giocato la prima partita di play off col Cagliari. Sono tutte squadre forti. Poi statisticamente qualcosa è da lasciare indietro. Uno spera che non arrivi mai quel momento, ma se capita bisogna saper accettare una sconfitta o le brutte prestazioni o quelle meno belle. Non mi fascio la testa ma mi rendo conto che più che le aspettative, noi non sappiamo gestire benissimo individualmente, ma è un po’ il prezzo da pagare.”

Coppitelli: “Contro l’Hellas ci possiamo subito rifare”

Coppitelli ha poi parlato del ritorno e della sfida che li attende mercoledì con l’Hellas: “Ritorno? Ci metterei la firma per far gli stessi punti. Sarà però di una difficoltà spaventosa perchè le squadre giocheranno con più cattiveria. Servirà un cambio a livello mentale. Bilancio molto positivo e mercoledì possiamo rifarci. In Coppa sarà difficile, sfida secca dove è vietato sbagliare, ma spero che oggi i ragazzi abbiamo compreso che servirà un grande Torino. Da domani si torna a lavorare tranquilli e sereni. Oggi ci portiamo via qualcosa da una sconfitta.”

più nuovi più vecchi
Notificami
puliciclone66
Utente
puliciclone66

Faccio fatica a capire certi commenti: prima si vuole i giovani in prima squadra poi quando li si convoca, come questa settimana a causa delle assenze, diventa un problema…. decidetevi…. cosa volete i giovani migliori aggragati in prima squadra oppure li teniamo in primavera?

gix
Utente
gix

non preoccuparti per certi l’importante è dare sempre contro,è l’unico filo logico che seguono

Pedric
Utente
Pedric

Tu quale filo segui invece Gix?

Robin
Utente
Robin

Lui segue il filo che divide le chiappe di Cairo

Pedric
Utente
Pedric

I giovani se debbono stare con la prima squadra si allenano con essa, se lavorano con la Primavera stanno con la Primavera. Per Millico e Adopo non c’era alcuna possibilità di giocare come per Ferigra, ma se non altro lui era squalificato quindi in quel caso la convocazione era giustificata.

Robin
Utente
Robin

Io faccio fatica a capire te…. 1)Dove erano le assenze in attacco? Belotti, Zaza, Parigini, Edera, Berenguer…hanno giocato tutti meno Millico. 2) A centrocampo hanno giocato tutti meno.i centrocampisti, solo Rincon era centrocampista…..che cosa è andato a fare Adopo? 3) Si chiede di inserire i giovani, ma lo si chiede… Leggi il resto »

Robin
Utente
Robin

Cosa significa a causa causa delle assenze….. 1) In attacco c’erano tutti e volendo anche Damascan che stamani ha giocato, sono entrati tutti meno quelli disponibili Zaza, Edera, Berenguet meno Millico. 2) A centrocampo tolto Rincon hanno giocato tutti non centrocampisti e Lukic unico centrocampista facente parte della rosa è… Leggi il resto »

Robin
Utente
Robin

Ma questa qua sotto ci fa od è proprio così…..sembra che la dichiarazione di Coppitelli l’abbiamo scritta noi….

gix
Utente
gix

colpa di Mazzarri ovviamente

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

NoooooOOO!
Secondo te con chi ce l’aveva?
“Oggi avevamo 4-5 giocatori che in settimana non hanno pensato alla partita, chi tra nazionale, infortuni o PRIMA SQUADRA.”

È interpretabile sai, magari si riferiva all’alta marea dei murazzi.

Pedric
Utente
Pedric

L’anno scorso testa d ghisa per paracularsi ha scassato buongiorno.l prima di una finale. Diciamo che ha un buon tocco.

X