Senza qualche intervento sulla rosa è difficile pensare che il Toro possa lottare per qualcosa di più del nono o decimo posto

Cita Brekalo e Miranchuk in conferenza stampa, Ivan Juric, quasi sconsolato. Sottolinea quanto questa sia la squadra meno fisica mai allenata. Il croato non fa mai riferimento diretto al mercato anche se è chiaro e lampante che invece vorrebbe parlarne eccome. Andando oltre la partita di ieri – discreto primo tempo e secondo tempo mediocre – è evidente che la difficoltà più grande ad oggi sia la resa di giocatori sui quali si era puntato, ma pure l’assenza di ricambi all’altezza. Prendiamo la squadra di inizio stagione, dopo la chiusura del mercato: tutto ruotava intorno al solito 3-4-2-1, si puntava sull’imprevedibilità di Radonjic, sulla classe di Vlasic, sui possibili gol di Zapata. La dirigenza aveva riportato a Torino Lazaro, preso la scommessa Soppy, convinto Djidji a rinnovare per una stagione. E si consideravano valide alternative i vari Pellegri, Seck e Karamoh. Qualcosa stride, leggendo queste considerazioni quattro mesi dopo. Radonjic è quasi un ex, Vlasic non ingrana, Soppy è un oggetto misterioso, Lazaro non ha convinto, Seck e Karamoh il campo non lo vedono più. Il cambio di sistema ha dato l’illusione che potesse esserci una soluzione interna per non stravolgere tutto quanto, di nuovo. Ed è servito a rivitalizzare qualcuno (Linetty, per esempio, ma pure Ilic, meno Ricci che però è stato anche infortunato), quello sì: la squadra ha portato a casa risultati, ha ritrovato un po’ se stessa. Però, con questo o con quell’altro sistema, il problema dei ricambi resta. Se l’undici in campo non è in giornata è impossibile andare a pescare dalla panchina, se un titolare non rende, se Zapata non segna, se sulle fasce per una volta va male allora non c’è niente da fare. Tanto che ormai l’atteggiamento della squadra sembra risentirne: nel primo tempo benino ma se non si segna allora via, a difendere il risultato nella ripresa. Non c’è molto da dire se non che senza un intervento sul mercato il campionato rischia di essere praticamente finito qui, nell’attesa di capire se sarà nono, decimo o undicesimo posto.

Ivan Juric, head coach of Torino FC, celebrates the victory at the end of the Serie A football match between Torino FC and Empoli FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 30-12-2023


156 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Wallace
2 mesi fa

Il tarlo del Toro è la carie-Cairo, siamo nel film “Il giorno della marmotta”, ci si sveglia a fine gennaio ed è sempre la stessa mediocre giornata. Servono un portiere, un esterno sinistro, un assist-man e un attaccante vero, che affianchi Zapata. Se a gennaio non arrivano sarà la solita… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  Wallace

mmmmmmmmmm
Wallace , Wallace
mmmmmmmmmmmmmmmmm

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Basta andare alla stessa data del 2022,2021,2019….2016….2013,2008 e copiare esattamente sia gli stessi articoli, sia i medesimi commenti. L’unica cosa che cambia è il nick dei dipendenti che caire mette qui sopra per far vedere che c’è qualche demente che lo adora. Goldone Dentro era Granita Dentro (insidie) e scriveva… Leggi il resto »

frehley71
frehley71
2 mesi fa

Qualcuno è ancora convinto che al Presidente Cairo manchi il Granatismo… rispetto l’idea di tutti, figuriamoci l’idea di tifosi del TORO come me. Come si può pensare che un’imprenditore del genere, possa in 20 anni, avendo ambizioni sportive vere, non andare oltre il 7mo posto, anzi galleggiare tra il 10mo… Leggi il resto »

T
T
2 mesi fa
Reply to  frehley71

La tua interpretazione ci sta, ma tutto parte da cosa si intende per “imprenditore del genere”. Esiste anche la possibilità che sia banalmente un incapace. Indipendentemente dal fatto che sia in mala fede o no. Il fatto che abbia tante aziende e tanti soldi non lo qualifica automaticamente come persona… Leggi il resto »

frehley71
frehley71
2 mesi fa
Reply to  T

Ciao T… quindi secondo te Cairo è un’imprenditore incapace arrivato al “successo” senza arte né parte… non condivido assolutamente questa descrizione che fai, anzi vedo in lui furbizia e scaltrezza… parere personale ovviamente.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  frehley71

Con la sola fortuna non si arriva a certi livelli.
Dellet doti le devi avere.
Ribadisco: attacchiamo Cairo su questioni vere e serie
Altrimenti serve a nulla

frehley71
frehley71
2 mesi fa

Ciao GD… non ho capito se sei d’accordo o meno con me… comunque buon anno.

T
T
2 mesi fa
Reply to  frehley71

Essere furbo non significa essere capace. Sono due concetti diversi. Poi ognuno la vede come vuole. Tanto il risultato non cambia.

frehley71
frehley71
2 mesi fa
Reply to  T

Esatto il risultato non cambia purtroppo. Buon anno T

leftwing
leftwing
2 mesi fa
Reply to  frehley71

Un D,G. E’ da sempre il mio sogno! Davvero,

frehley71
frehley71
2 mesi fa
Reply to  leftwing

Concordo… buon anno Leftwing.

Toro, un’altra occasione persa

Il successo che alimenta i rimpianti