Quando i tifosi potranno ottenere di più dal presidente che hanno? - Toro.it

Quando i tifosi potranno ottenere di più dal presidente che hanno?

di Vincenzo Chiarizia - 4 Giugno 2020

Penna granata in trasferta / Che bello riuscire ad ottenere la salvezza affrontando la ripresa del campionato con una rosa gravemente lacunosa, vero?

“Ottenere qualcosa di più dalla rosa che si ha” è quella qualità tanto decantata dal presidente Cairo nel presentare il ds Vagnati. Da questo concetto espresso dal massimo dirigente granata si possono comprendere le rose incomplete ad inizio delle precedenti stagioni, le sessioni di mercato tardive o praticamente inesistenti e, in particolare, la riduzione all’osso della rosa eseguita a gennaio, assecondando Mazzarri che, dopo lo 0-7 incassato dall’Atalanta, era già avviato verso la strada dell’esonero. Dunque l’infortunio di Baselli, che nella migliore delle ipotesi mancherà per circa due mesi, costringerà Moreno Longo ad inventarsi qualcosa di miracoloso. E’ probabile che Longo proverà il 4-4-2 per coprire il buco a centrocampo, scoprendosi però sugli esterni. Che bello riuscire ad ottenere la salvezza affrontando la ripresa del campionato con una rosa gravemente lacunosa, vero? La verità è che se il Toro riuscirà ad ottenere la salvezza con ciò che il presidente Cairo ha messo a disposizione del tecnico, sarà un vero e proprio miracolo di mister Longo. Diversamente, se sarà Serie B, il responsabile di questo fallimento sarà il presidente Urbano Cairo. Ma se per il patron del Toro è fondamentale ottenere qualcosa in più dalla rosa che si ha a disposizione, quando i tifosi potranno pretendere qualcosa in più dal presidente che hanno? Sono 15 anni che i tifosi non possono dare seguito ai propri sogni e questo perché il presidente Cairo non ha la minima intenzione di far crescere il Torino.

Tornando al momento della squadra l’infortunio di Baselli è una tegola davvero pesante per il Torino e di sicuro non ci voleva. Come detto più volte quella di quest’anno è stata una stagione da dimenticare sotto tutti i punti di vista. Soltanto che va riconosciuto che fin quando Daniele Baselli è stato a disposizione di Mazzarri, ossia fino all’assurdo 3-3 di Verona, il Torino aveva raccolto 21 punti con un media di 1,32 punti a partita. Dopo il suo infortunio di dicembre pre Torino-Spal, i granata hanno raccolto solo 6 punti in nove gare con una media punti di 0,66 che ha fatto precipitare quella generale a 1,08. Con questo non voglio esaltare Baselli oltre i suoi meriti, anche perché è un giocatore troppo incostante nonostante i suoi enormi mezzi tecnici, tuttavia dai numeri risulta evidente quanto da dicembre sia mancato il centrocampista alla mediana granata. Dunque la speranza è che possa rientrare per le ultime giornate con la speranza, magari, che il suo apporto non sarà affatto necessario perché la salvezza sarà già aritmetica.

Qualora mister Longo decidesse di optare per un 4-4-2, in mediana si avrebbero Rincon, Lukic, Meité e Adopo, mentre se continuasse con il 3-5-2 sarà costretto a valutare anche di riproporre gli esperimenti di Mazzarri con Berenguer o Ansaldi nel ruolo di mezzala. Certamente la situazione è complicata e questo è il momento in cui, non potendo più raschiare il fondo del barile in merito alla qualità tecnica dei giocatori, deve uscire necessariamente la loro qualità umana. Ora servono gli uomini per salvare il Toro. E’ un’impresa molto complicata perché oggi purtroppo la squadra non è attrezzata. L’auspicio è che i giocatori che hanno fatto di tutto l’anno scorso nel girone di ritorno per ottenere la qualificazione in Europa League, mettano da parte il mancato riconoscimento dei propri meriti e delle promesse e che portino a casa un obiettivo che, alla vigilia di questa stagione, sarebbe sembrato scontato. Dopodiché la separazione sarà la cosa più ovvia, in attesa di quella più auspicata da gran parte dei tifosi granata: quella da Urbano Cairo. 

0 0 vote
Article Rating

16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
29 giorni fa

Col cairovid-05 la malattia è una agonia interminabile. Attaccati al respiratore e intubati in attesa che venga debellato da un corpo oramai esausto. Organi interni intaccati in gran parte, sistema immunitario scientemente devastato negli anni. Corpi estranei oramai in circolo tra intestino tenue e ano, sempre sul punto di essere… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini da non confondere con i delusi/arrabbiati)
GD ( 0.3ini da non confondere con i delusi/arrabbiati)
29 giorni fa

leggo sempre volentieri gli articoli del dott. Chiarizia. un vero critico innamorato del Toro. “quando i tifosi potranno pretendere qualcosa in più dal presidente che hanno?” la domanda ha decisamente un senso. io la risposta l’ho già data più volte, e ci credo molto in questo. otterremo di più da… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
1 mese fa

Agonia societaria infinita. Della squadra meglio non parlare neppure.