Partenza da incubo del Torino che al 21′ si trova già sotto di tre gol, ma nel finale Belotti e Bremer riaprono la partita

Ancora una volta il Toro di Davide Nicola dimostra di avere cuore, di saper lottare e di non mollare. La squadra impaurita di Marco Giampaolo, che di partita in partita subiva rimonte in continuazione, si è trasformata in una squadra da rimonta e a Bergamo riesce ad aggiustare una gara che, dopo appena una ventina di minuti sembrava già essere chiusa: il Torino rimonta tre gol e non si accontenta, come dimostra il finale alla ricerca della rete del 4-3. Il 3-3 è comunque un buon risultato per come si era messa la partita.

Atalanta-Torino 3-3: il primo tempo

Atalanta-Torino è la partita dell’esordio di Rolando Mandragora con la maglia granata. Il numero 38, nel 3-5-2 di Davide Nicola, si posiziona come play davanti alla difesa, con Tomas Rincon e Sasa Lukic ai suoi lati. Completano il centrocampo granata i due esterni, Wilfred Singo e Nicola Murru. Andrea Belotti e Simone Zaza sono invece i terminali offensivi. Il Torino sembra partire con il piede giusto: Zaza ha subito un’occasione ma la sua conclusione termina di poco a lato. Poi, in sette minuti, dal 14′ al 21′ la partita si trasforma in un incubo: Ilicic, Gosens e Muriel portano l’Atalanta sul 3-0 grazie anche alle disattenzioni della difesa granata e a un Sirigu pessimo. La partita sembra finita e si iniziano i rivedere gli incubi dello 0-7 dello scorso anno. Ma il Toro di Nicola ha dimostrato di avere carattere e cuore: Belotti e compagni riescono a rimanere con la testa in partita e sfiorano il gol con Murru, che con uno scaletta supera Gollini in uscita ma Gosens salva sulla linea. Al 42′ Palomino trattiene Belotti in area: è rigore. Gollini respinge la conclusione dagli undici metri del Gallo, ma lo stesso capitano granata raccoglie la ribattuta e segna. Al 45′, dagli sviluppi di un angolo Bremer risolve una mischia, dopo una traversa di Mandragora e le squadre vanno al riposo sul 3-2.

Atalanta-Torino 3-3: il secondo tempo

Nel secondo tempo il Torino si ripresa in campo con gli stessi undici della prima frazione. L’Atalanta invece si ripresenta in campo con Ruggeri al posto di Djimsiti ma, soprattutto, con un atteggiamento differente. Anche il Torino non è però svagato in fase difensiva come lo era stato per quasi tutto il promo tempo. Al 10′ Nicola manda in campo Ansaldi e Baselli al posto di Murru e Lukic. Il Torino gioca senza paura, ha un’occasione con Zaza ma Toloi è bravo a salvare e respingere la conclusione. Al 25′ la grande occasione per il 3-3 capita sul destro di Singo che, con una conclusione di esterno colpisce la parte alta della traversa. Un legno lo prende anche l’Atalanta, con Miranchuk (a Sirigu battuto) a un quarto d’ora dalla fine. Nel finale Nicola prova ad alzare il baricentro mandando in campo anche Verdi, Bonazzoli e Gojak al posto di Singo, Zaza e Rincon. Le mosse di Nicola si rivelano indovinate perché, al 39′, una punizione dalla trequarti di Verdi viene deviata in rete proprio da Bonazzoli: il Toro va sul 3-3 e completa così la rimonta. Nel finale il Toro prova anche a vincere la partita e al 94′ è Verdi a impegnare Gollini dal limite.

Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-02-2021


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari) (@gianky1969)
9 mesi fa

Non sono queste le partite da vincere.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
9 mesi fa

Rimonta da altri tempi, e goduriosa. oltretutto non rubata perchè di occasioni da gol ne abbiamo avuto parecchie
e ricordo inifine che il palo atalantino che poteva chiudee la partita 4-2 è arrivato dopo la traversa di singo e l’occasione di zaza

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
9 mesi fa

con un portiere non eccelso ma almeno normale oggi si faceva l’impresa
e quanti punti abbiamo perso con sirigu?

Atalanta-Torino 3-3: il tabellino

Gasperini: “Il 3-2 del primo tempo? Il Toro non aveva tirato in porta…”