La probabile formazione del Torino contro l’Inter: Longo punta sul 3-4-2-1 senza Zaza, pronto Berenguer. Aina favorito su De Silvestri

La vittoria contro il Brescia giunta in settimana è un’assicurazione che il Torino ha stipulato per andare a San Siro senza l’obbligo e il timore di dover fare risultato per forza. Ma la sfida contro l’Inter non sarà solo un ponte verso il secondo step salvezza di giovedì (contro il Genoa, ore 19.30), almeno a sentire Moreno Longo: “E’ un banco di prova importante. Servirà una grande prestazione per uscire con dei punti, ma metterò la formazione migliore in relazione a tutti i fattori che in questo periodo bisogna tenere in considerazione”. Tradotto: un po’ di turn-over ci sarà, ma il tecnico vuole vedere una squadra con la testa a Milano e non al Grifone.

Lyanco più di Bremer. Può riposare De Silvestri

Questo non impedirà di vedere – come già accaduto nel derby del 4 luglio contro la Juventus – qualche cambio nell’undici. Che dovrebbe coinvolgere, stavolta, anche alcuni dei cinque intoccabili, fin qui sempre titolari dopo la fine del lockdown.

A partire da Gleison Bremer. Con il ritorno dalla squalifica di Izzo infatti: è Lyanco, e non il 36, il favorito per guadagnarsi la conferma accanto a Nkoulou.

Inter-Torino: la probabile formazione di Longo

Sulle fasce ci sarà ancora spazio per Ansaldi, mentre per De Silvestri potrebbe arrivare un turno di riposo: al suo posto si scalda Aina. Anche Meité, elogiato e spronato da Longo in conferenza stampa (“Non abbiamo ancora visto la sua miglior versione. Ma è molto disponibile”), potrebbe partire in panchina: pronti Lukic e Rincon a fare diga nel 3-4-2-1.

Sì, perché in attacco qualcosa dovrà cambiare per forza data l’assenza forzata di Zaza. Accanto ai confermatissimi Belotti e Verdi, al Filadelfia le (poche) prove possibili hanno vista più in gamba Berenguer che Edera. Lo spagnolo può prendersi la maglia come trequartista a suggerimento del Gallo, ma il ballottaggio col 20 resterà aperto fino all’ultimo. L’opzione 3-5-2, con un centrocampista in più (Meité) e due soli attaccanti (Verdi-Belotti) perde invece quota di ora in ora.

Probabile formazione Torino (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; Aina, Lukic, Rincon, Ansaldi; Verdi, Berenguer; Belotti. A disposizione. Rosati, Ujkani, Bremer, Djidji, Singo, De Silvestri, Ghazoini, Adopo, Meité, Greco, Edera, Millico. Allenatore. Longo
Squalificato: Zaza
Indisponibile: Baselli

Simone Verdi of Torino FC celebrates during the Serie A football match between Torino FC and Brescia Calcio.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-07-2020


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
11 mesi fa

se meite e bremer fossero davvero stanchi o al limite, li terrei tranquilli. perdere con l’Inter non sarebbe una frana quest’anno. e con il Genoa abbiamo quasi un match ball.

odix77
odix77
11 mesi fa

essere meglio di edera ci vuole davvero poco basta scendere in campo e fare riscaldamento hai già fatto di più di edera in 3 partite…

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
11 mesi fa
Reply to  odix77

temo tu abbia ragione

ardi06
ardi06
11 mesi fa

Sull’altro sito ho pure dovuto sentire uno dire che se il lecce avesse vinto non sarebbe cambiato niente. I geni non mancano

Conte: “Il Torino ha qualità superiori alla classifica. Lukaku? Non rischio”

Inter, Lukaku out: Conte con Sanchez e Lautaro in attacco