Prandelli: “Torino squadra temibile, dovremo essere lucidi e determinati”

di Andrea Flora - 19 Aprile 2019

Prandelli presenta la partita del Ferraris contro il Torino, rossoblu che arrivano dal ko nel derby contro la Samp: “Sarò arrabbiato fino al prossimo derby”

Cesare Prandelli presenta la partita tra il suo Genoa ed il Torino di Mazzarri che andrà in scena sabato alle 15 al Ferraris, per i rossoblu un momento negativo, sia per i risultati che per l’ambiente che protesta con la società e con Preziosi, l’ex ct della Nazionale glissa su questo argomento: “Non voglio toccare la questione in questo momento, a fine campionato faremo le nostre considerazioni su tutto e risponderò alle domande riguardo al clima con i tifosi. Adesso devo pensare alla squadra e a come interpretare questa sfida che è determinante come tutte le altre. A livello psicologico non dobbiamo essere condizionati e dipende da noi e dal nostro atteggiamento in campo. Se avremo voglia e determinazione il pubblico ci serguirà”.

Prandelli: “Torino squadra organizzata, gioca un bel calcio”

Prandelli nel corso della conferenza stampa è tornato sul tema cocente della scorsa settimana, il derby di Genoa perso per 2-0: “Ho provato cosa vuol dire il derby e posso dire che sarò incazzato da qui al prossimo derby, sarà il mio motto fino a quel momento. E’ quello che ho detto ai miei giocatori, a cui ho aggiunto che non si può cambiare quello che è successo”. Parlando della sfida contro il Torino invece: “Abbiamo la necessità di avere la lucidità e la determinazione giusta per affrontare una squadra temibile, organizzata che gioca un bel calcio e che ha una grande intensità di gioco. Non dobbiamo avere la presunzione di vincere la gara dal punto di vista del palleggio ma dal punto di vista caratteriale trovando sempre un ordine tattico altrimenti si perdono le distanze e diventa poi quasi impossibile offendere gli avversari”.

Prandelli: “Mazzarri ha consolidato il gioco del Toro”

Prandelli si aspetta un Torino aggressivo e ben messo in campo nella gara di Genova: “Sarà una partita molto complicata, molto difficile, contro una squadra che sta stare in campo e che ha consolidato il proprio gioco con Mazzarri che è li da due anni, ha dato posizioni e input giusti. Domani sarà difficile e ne siamo consapevoli, ma abbiamo il desiderio di far vedere che siamo una squadra vera e che lotterà fino all’ultimo minuto di questo campionato”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Non te preoccupe Prandè.
Per il parroco nostrano siete tutte temibili, non c’è matricola, squadra già retrocessa o da piena zona balneare che ritenga di poter schiacciare.
D’altro canto sti 2 mln l’anno valgono pur bene qualche attacco settimanale di diarrea.