Il rilancio di Ansaldi: il riscatto in una stagione da protagonista

di Veronica Guariso - 8 Giugno 2019

Il pagellone / Gli infortuni non hanno impedito ad Ansaldi di rendersi protagonista: gol e prestazioni convincenti che hanno aiutato il Torino

Tra le riscoperte di questa stagione, troviamo anche Cristian Ansaldi. Le fasce, che sono il suo pane quotidiano, si sono rivelate decisamente proficue con lui in campo, che si è reso autore di una stagione da protagonista. Dopo un inizio travagliato a causa di un infortunio al ginocchio, è riuscito a tornare in campo con una marcia in più, che Mazzarri ha premiato schierandolo nella maggior parte delle partite. Nonostante i 32 anni, ha comunque incrementato il proprio bagaglio, venendo impiegato anche a centrocampo, dove ha svolto un ottimo lavoro. E’ diventato quindi un jolly da impiegare in casi estremi anche in ruoli diversi dal suo abituale, permettendo così alla rosa granata un po’ più di versatilità.

Ansaldi, il meritato rinnovo per una certezza in fascia

Cristian Ansaldi è arrivato al Torino in prestito dall’Inter il 31 agosto 2017, qualche ora dopo la cessione di Zappacosta al Chelsea. Sottovalutato più volte, si è reso invece protagonista in granata quest’anno, venendo eletto come migliore in campo in più sfide. Ha quindi trovato il giusto equilibrio e la giusta intesa, necessari a farlo rendere maggiormente e facendolo diventare titolare d’ufficio.

Il Toro lo ha riscattato quest’anno, dopo il raggiungimento delle 40 presenze, arrivate il 10 marzo scorso contro il Frosinone. Un incentivo ulteriore, che ha permesso ad Ansaldi di sentirsi ancora di più parte integrante del progetto del Torino, che ha deciso di puntare anche su di lui.

Ansaldi, 3 gol e 2 assist in 24 presenze

Poco fortunato con gli infortuni ma comunque fondamentale alla buona resa della squadra, Cristian Ansaldi è riuscito comunque a collezionare 24 presenze. L’inizio e la fine della stagione, che lo hanno visto attraversare stati di forma precari prima con i problemi al ginocchio e poi al bicipite femorale, non gli hanno permesso di scendere in campo, ma nelle restanti sfide si è reso di vitale importanza per ispirare i compagni.

Ha realizzato tre reti rispettivamente con Roma e Genoa, una delle quali vincolante per la vittoria del Torino e due assist. Le sue finte sulla fascia, unite ai cross hanno permesso al club granata di avere maggiori occasioni a livello offensivo.

VOTO: 7,5

più nuovi più vecchi
Notificami
Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

Ansaldi, che spettacolo il dribbling e la doppia finta a rientrare alla quale abboccano quasi tutti.
Bene, ottima conferma uno dei migliori in assoluto.

ale_maroon79
Utente
ale_maroon79

Se il fisico gli regge, è uno degli esterni più forti della serie A. Grazie infinite all’Inter che ce lo ha dato per lasciare spazio a catorci come D’Ambrosio e Dalbert…

DSR
Utente
DSR

Il giocatore con più classe insieme a Falque