Belotti: “L’Europa un sogno. Mercato? Ho solo pensato a tagliarmi le vacanze per il Toro”

di Andrea Piva - 30 Luglio 2019

Nel giorno della presentazione degli sponsor del Torino, parla in conferenza stampa il capitano della formazione granata: Andrea Belotti

E’ il giorno della presentazione della terza maglia del Torino, ma anche quello prima della partita della squadra granata per Debrecen, per il ritorno del secondo turno preliminare di Europa League. Andrea Belotti parla di tutto ciò, e non solo, in conferenza stampa. Ad accampognare il Gallo c’è il direttore generale Antonio Comi. “Voglio ringraziare tutti, in particolare i nostri sponsor, Joma, Suzuki, Beretta e la novità Ediliza Acrobatica” ha esordito il dirigente. Poi la parola passa al capitano Andrea Belotti.

Belotti: “Che soddisfazione l’esordio con gol in Europa”

“Per prima cosa ci tengo a dire che sono onorato di essere qui in rappresentanza di tutta la squadra. Oggi siamo qui per la presentazione della terza maglia e per salutare i nostri sponsor. Sappiamo quanto nel mondo del calcio sia importante oltre che l’aspetto tecnico anche quello commerciale” ha dichiarato il capitano del Torino.

Belotti ha poi parlato della partita contro il Debrecen: “Contro il Debrecen sarà comunque una partita molto difficile, sapete che il nostro mister è un perfezionista e anche sul 3-0 non riesce a rilassarsi. E’ giusto così perché sapete che sono capitate delle rimonte. Noi dobbiamo andare in Ungheria e pensare a vincere”.

Poi sulla squadra: “L’atmosfera che c’è quando siamo al campo, nello spogliatoio, non è l’atmosfera di una squadra di calcio ma è quella di una famiglia. Siamo molto uniti. Zaza? E’ un grandissimo attaccante, l’anno scorso ha trovato qualche difficoltà, ma veniva dalla Spagna, doveva riadattarsi e questo ha fatto sì che non esprimesse al massimo le sue qualità. Quest’anno è partito con il piede giusto, si è visto con il Debrecen ma anche negli allenamenti. E’ un esempio per i giovani”.

Il Gallo è tornato a parlare dell’Europa League: Il debutto con gol in Europa League è stata una grande soddisfazione, se dovessimo arrivare ai gironi sarebbe poi per la prima esperienza in una competizione internazionale per club. Per me è un sogno raggiungere l’Europa, non a caso mi sono anche ridotto le vacanze per arrivare il più pronto possibile. Ma vi posso confessare che è un po’ il sogno di tutto arrivare in Europa e giocarsi qualcosa di importante”.

Sulla Nazionale: “La Nazionale? Io ho sempre pensato che per raggiungerla bisogna passare dalle prestazioni con il club. Io devo sempre dimostrare in campo quali sono le mie qualità, sappiamo tutti che rappresentare la propria nazionale è qualcosa di unico, quest’anno è forse ancora più importanti perché l’Europeo arriva dopo la non qualificazione al Mondiale. L’Italia merita e deve stare in ogni Europeo e in ogni Mondiale”.

Belotti ha parlato anche della soddisfazione di essere capitano del Torino: Indossare la fascia da capitano del Torino per me è un orgoglio, è simbolo della fiducia e del rispetto dei miei compagni nei miei confronti. Il fatto che siano stati i miei compagni a darmela mi responsabilizza ancora di più. Se essere capitano era il mio sogno da bambino? Da piccoli non si da tanta importanza all’essere capitano, da piccolo qualche volta ho indossata la fascia ma non aveva la stessa importanza”.

Sul sorteggio del calendario: “Il calendario? Affrontare una squadra o l’altra prima è uguale. Quest’anno sarà una stagione molto lunga, soprattutto se come spero andremo ai gironi di Europa League. Sassuolo, Atalanta sono tutte squadre che negli anni si sono consolidate sempre di più”.

Belotti: “Devo dimostrare in campo di essere un attaccante europeo”

Su Mazzarri: “Le parole di Mazzarri nei miei confronti mi hanno fatto molto piacere, ma le cose bisogna sempre dimostrarle sul campo. Io ora ho la possibilità di dimostrare il mio valore in campo, solo così posso far sì che la gente dica che sono un giocatore europeo. Quello che contano sono i fatti”.

“Il mio punto di riferimento, il mio idolo è sempre staro Shevchenko. Lui ha giocato la Champions e fatto molti più gol di me. Era un giocatore perfetto in Europa nei 180 minuti”.

Belotti ha poi parlato anche del mercato: “Aver ritrovato tutti i miei compagni è stato molto importante, tanti ragazzi non hanno mai affrontato una competizione come l’Europa, tutti abbiamo fatto dalle vacanze ridotte ma per una giusta causa. Se ci sono state offerte per me? Bisogna chiederlo al presidente, il mio unico pensiero è stato quello di ridurmi le vacanze in caso di qualificazione all’Europa League. E così ho fatto. Inizio il mio quinto anno al Toro e ho ancora un contratto lungo, l’essere anche capitano fa sì che io sia anche un’icona di questa squadra. Giorno dopo giorno, devo essere sempre un’icona verso miei compagni”.

Infine, sulla Champions: La Champions è il sogno di tutti, ma pensiamo al presente, adesso abbiamo un impegno molto importante, giochiamocelo”.

più nuovi più vecchi
Notificami
DSR
Utente
DSR

Ha avuto un tentennamento una sorta di sbornia per il Milan l’anno dei 26 gol, quando in estate cadde in un mutismo fuori luogo per fortuna ora sembra essersi ripreso.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

A dire il vero il punto più basso lo ha toccato dopo il derby perso quando, sorridente, è stato ritratto nello spogliatoio dei rigatini. L’impegno e le sue qualità non si discutono ma ha attraversato un lungo periodo di profondo appannamento (toccava e sparacchiava palloni in ogni dove) tanto da… Leggi il resto »

Ultrà
Utente
Ultrà

la pulce Milan è stata debellata…prima con Higuain poi Piatek…la mancata qualificazione in Cl…l’assenza di soldi…tifa per chi ti pare…ma segna col Toro!

Casao92
Utente
Casao92

Da tenere al Toro per sempre.