Belotti e l'attacco del Torino: per Mazzarri meglio con una seconda punta

Meno Zaza, più Berenguer (o Verdi): con Belotti meglio una seconda punta

di Francesco Vittonetto - 11 Novembre 2019

Mazzarri, dopo la vittoria sul Brescia, si è esposto: “Belotti deve giocare con una seconda punta mobile”. Così l’attacco del Torino rende di più

Belotti? Deve giocare centravanti con una seconda punta mobile che gli giri attorno. O al limite, come abbiamo già giocato, con il 3-4-3 e due mezze punte che gli girano dietro”. Eccola, la ricetta di Mazzarri per far girare il Gallo e di conseguenza l’attacco del suo Torino. Sia chiaro, non è la prima volta che il tecnico lascia intendere questo concetto. Eppure raramente era stato così limpido come dopo il 4-0 rifilato al Brescia, che ha dato respiro a lui e a tutta la squadra. E ha pure permesso al Gallo di sbloccarsi e a Berenguer di uscire dal cono d’ombra nel quale si era immerso dopo i 24 minuti contro il Milan del 26 settembre. Due notizie grandiose in un sabato (finalmente) positivo.

Mazzarri detta la linea: e Zaza?

La frase di WM si porta dietro almeno due gruppi di implicazioni. Il primo è più che altro una domanda: e Zaza? Già, il lucano mezza/seconda punta non è. Logico quindi che l’11 non cambi lo status di riserva di lusso acquisito già durante la passata stagione e rivestito anche da Parma in poi quando, complice pure un affaticamento muscolare, ha giocato da titolare (con scarsi risultati) solo a Roma contro la Lazio.

L’ex Valencia – che ha saltato la trasferta del “Rigamonti” per un infortunio alla caviglia – è nelle idee di Mazzarri più una variazione, pur preziosa, che una parte imprescindibile del tema tattico predominante. Il gettone da giocarsi a gara in corso, o comunque in contesti dove un Toro con la doppia punta possa dare buoni frutti.

Tra Berenguer e Verdi: ma il Torino non accantona il tridente

Conseguenza numero due: potere ai fantasisti, intesi come ali, trequartisti e via così… ovvero Berenguer, Verdi, Millico e, quando rientrerà, Iago Falque. Rimanendo sulla stretta attualità, il ballottaggio che si proporrà di qui a due settimane sarà tra i primi due. Il numero 24 ha deluso anche a Brescia, il 21 è entrato e ha chiuso la pratica con due reti: Mazzarri dovrà dirimere questo dubbio ma anche provare a perseguire l’idea di 3-4-3 fin qui poco praticata.

Certo è che sono loro a far esplodere Belotti, che “deve muoversi da solo per innescare la sua potenza, lo scorso anno quando si è giocato così ha fatto benissimo, allunga la squadra, fa giocare bene gli altri vicino a lui”. Parola del mister.

più nuovi più vecchi
Notificami
DSR
Utente
DSR

Sempre un piacere sentir discorrere Zerocretino di calcio… ha la stessa conoscenza che ne ha quel grande intenditore di Cairo

microbios
Utente
microbios

L’unica seconda punta in organico è Millico, mentre gli altri sono ali. Trequartisti? Forse solo Verdi, sebbene finora si sia dimostrato un flop. Mi chiedo perchè Edera e Parigini non siano nemmeno stati considerati: tecnicamente non sono inferiori a Berenguer. Falque temo x il girone di andata non sia recuperabile.… Leggi il resto »

odix77
Utente
odix77

concordo abbiamo molte ali e sarebbe utile cominciare ad usarle per quello che sono, al momento un modulo con berenguer belotti verdi non guasterebbe , non concordo : parigini e edera non sono piu forti di berenguer……va ad opinioni, ma se giochi a 3 davanti possono essere delle alternative a… Leggi il resto »

Cup
Utente
Cup

Belotti continua a far gol da solo, su rigore o con assist dei terzini. Si costruisca un attacco con manovre convincenti

Hal
Utente
Hal

Ma come fai? A parte essere proprio scarsi di loro questi con la palla a centrocampo oltre a darla ai terzini non sanno che fare. Non c’è in rosa mezzo giocatore che sappia saltare l’uomo a parte ansaldi (per il cross perché in velocità non ce la fa)

microbios
Utente
microbios

Parigini ed Edera l’uomo lo sanno saltare.

Hal
Utente
Hal

Sì..in serie b

odix77
Utente
odix77

ma dove li hai mai visti saltare l’uomo? edera ha azzeccatto una partita una volta… stop nelle altre occasioni non ha mai saltato un uomo MAI in tutte le volte che ci ha provato