Alla cena dei Toro Club Borgaro Granata, Magia Granata Paolo Pulici, OASI Granata e Don Aldo Rabino il presidente Cairo ha fatto il punto sulla stagione

Non è il momento di accontentarsi. Ci sono quattro partite e dodici punti a disposizione” a indicare la strada che il Torino dovrà percorrere da qui alla fine della stagione è Urbano Cairo. Intervenendo telefonicamente alla cena organizzata dai Toro Club “Borgaro Granata”, “Magia Granata Paolo Pulici”, “OASI Granata” e “Don Aldo Rabino”, il presidente ha caricato squadra e tifosi in vista del rush finale. “Tutti noi dobbiamo essere concentrati per fare qualcosa di speciale. Comunque per il momento possiamo essere abbastanza contenti anche se ci mancano un po’ di punti e con questi oggi potevamo essere quarti”.

Torino, Cairo: “Mazzarri è un grande mister”

Cairo ha poi elogiato il lavoro svolto fino a questo momento dal tecnico Walter Mazzarri: “Abbiamo un grande mister di cui sono felicissimo. Ha dato alla squadra un’autostima e una compattezza che sono fondamentali. Tutti i nostri giocatori li vedi sempre dare in campo il 100%: questo un po’ è merito della loro cazzimma, ma è anche un po’ è merito del lavoro del mister e della convinzione che ha saputo trasferire alla squadra insieme all’organizzazione tattica”.

Gli elogi sono arrivati anche ai giocatori: “C’è una buonissima squadra, abbiamo tenuto tutti i migliori innestando grandi giocatori come Izzo e molti giovani come Aina e Meité o ottimi elementi come Zaza, che fin qui ha avuto sfortuna, ma anche da lui nelle ultime quattro partite mi aspetto tanto”.

Poi, Cairo ha parlato anche del cammino che dovrà seguire la squadra fino al termine della stagione: “Io sto dedicando tante energie e tanto tempo al Toro. Ci tengo tantissimo e vorrei fare qualcosa di bello per tutti noi. Credo che quest’anno abbiamo fatto le cose bene. Ma ripeto, ci mancano quattro partite. Siamo in viaggio, siamo in cammino, per ottenere i risultati non bisogna mai essere contenti prima di averli ottenuti. Ora dobbiamo continuare a testa bassa”.

Cairo: “Siamo in una settimana importante”

A pochi giorni dal 70^ anniversario della tragedia di Superga, Cairo ha poi ricordato il Grande Torino: “Siamo in una settimana importante, il 4 maggio saremo a Superga per ricordare gli Invincibili che devono essere sempre fonte di ispirazione per avere una squadra sempre più unita dove anche i valori morali, quelli di lealtà, umiltà e sportività, siano forti. Sarà una giornata importante, sono passati 70 anni quindi sarà anche un anniversario speciale”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 01-05-2019


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
1 anno fa

Il Grande Torino, purtroppo, non è stato certo d’ispirazione per lui.
D’altro canto nemmeno poteva esserlo, considerato il personaggio che si è dimostrato. Lassù qualcuno si è incażżato più di una volta, altrochè!

Scomodare gli Immortali quando conviene e dimenticarli totalmente quando bisogna agire. Il suo motto per 3 lustri.

ColorG
ColorG
1 anno fa

L’ambiente è carico. Che si parli o meno. Che si facciano le interviste o meno. Non credo che il risultato del derby dipenderà dalle parole, o dai silenzi, di Cairo o di altri. Come dicono in molti, partite come queste, dal punto di vista comportamentale e degli stimoli, si preparano… Leggi il resto »

Charlie66
Charlie66
1 anno fa
Reply to  ColorG

Sono d’accordo

gabbo
1 anno fa

la squadra è carica mentre i gobbi forse inconsciamente portebbero già essere in vacanza, non so… l’unica cosa che mi preoccupa è l’assenza di moretti, per cui certi automatismi dietro possano magari saltare… anche se giochi bene bastano 2 cappelle e paghi. e noi potremmo ormai tenere dei master sull’argomento.… Leggi il resto »

Torino, che scatto in classifica: 9 punti in più rispetto a un anno fa

Juve-Toro: chi arbitra? “Rischio” Rocchi e Mazzoleni