Arrivato in estate dalla Primavera della Spal, Horvath ha giocato con la squadra di Cottafava prima di esordire in prima squadra contro l’Entella

E’ arrivato in estate, in coppia con il compagno Kryeziu, anche lui acquistato dal Torino del ds Vagnati dalla sua ex Spal. Il dirigente granata conosce bene Krisztof Horvath, che ha esordito con la prima squadra del Torino nella sfida di Coppa Italia contro la Virtus Entella. Francesco Conti, il secondo di Marco Giampaolo, gli ha concesso qualche secondo nel recupero, mandandolo in campo al posto di Jacopo Segre. Giusto il tempo, insomma, di assaporare un palcoscenico diverso da quello della Primavera. Ma lui, classe 2002, è abituato a bruciare le tappe.

Dal lago Balaton con il Toro nel destino

Horvath è nativo di Heviz, in Ungheria, una cittadina a pochi chilometri dal lago Balaton. Già a 16 anni si destreggiava nella Serie B ungherese, tra le fila dello Zalaegerszegi TE: è la stagione 2017/2018, per lui arrivano un gol e due assist in otto presenze. Gioca, già allora, da trequartista. Il suo ruolo prediletto. Alla Spal, da gennaio 2019 in poi, farà un po’ di tutto: non solo il 10, ma anche l’ala sinistra in un 4-3-3 e la prima punta. In biancazzurro esordisce in Serie A sul finire della stagione 2019/2020. Contro… il Torino! Nell’1-1 di fine luglio, Horvath si ritaglia sei minuti. Poi approda ai granata pochi mesi dopo, raggiungendo il suo ex ds, mettendo insieme appena tre gettoni in un campionato Primavera funestato dalla pandemia di coronavirus e poi trovando la prima nei grandi il 26 novembre.

Krisztofer Horvath
TAG:
evidenza

ultimo aggiornamento: 26-11-2020


Torino-Virtus Entella: dove vedere la partita in tv e streaming

Finalmente Izzo: se il Toro gioca a tre avrà più spazio