Ecco come gioca il Debrecen: Varga il pericolo numero uno

di Andrea Piva - 23 Luglio 2019

Difesa a quattro ma un po’ ballerina, il Debrecen punta sulla fisicità dei suoi giocatori da centrocampo in su. Varga è il giocatore con maggiore qualità

Il Debrecen non è una squadra che in Italia si è vista giocare molto spesso, basti pensare che l’ultimo precedente contro una squadra del nostro Paese risale alla Champions League 2009/2010, quando fu un’avversaria della Fiorentina nel girone eliminatorio (in quel caso doppio successo viola, 4-3 in Ungheria, 5-2 al Franchi). Walter Mazzarri ha però avuto modo di osservare e studiare i propri avversari – non solo nella doppia sfida contro il Kukesi – e sa bene che se c’è una certezza per quel che riguarda la formazione magiara è che il tecnico András Herczeg la schiererà con la difesa a quattro. Difesa che, come si è visto contro il Kukesi, è però tutt’altro che solida ed è solita concedere spazi agli avversari.

Debrecen: Varga è il giocatore più pericoloso

Può variare invece il modo: nella partita di andata contro il Kukesi ha Debrecen ha giocato con un classico 4-4-2, con gli esterni di centrocampo che sono stati chiamati a spingere molto sulle corsie esterne, al ritorno gli ungheresi si sono invece schierati con un più coperto 4-5-1. Come detto, nel gioco del Debrecen un ruolo fondamentale lo ricoprono gli esterni di centrocampo e, non a caso, il giocatore più temibile è Kevin Varga. Un nome questo che alla maggior parte dei tifosi italiani non dirà nulla, ma in Ungheria è invece considerato uno dei giovani più interessanti del Debrecen e del calcio magiaro in generale. E’ un’ala molto tecnica, capace di giocare sia a destra che a sinistra ma che pecca di discontinuità: quando è in giornata è capace di fare grandi cose e di trascinare la squadra, come si è visto nel match d’andata contro il Kukesi (due gol e un assist per l’esterno), ma non sempre riesce ad esprimersi ad alti livelli.

Szécsi il bomber, Garba il neo acquisto per l’attacco

Il cardine del centrocampo del Debrecen è invece Daniel Tozser, mediano di rottura ma con un buon sinistro che nella stagione 2012/2013 ha vestito la maglia del Genoa (come compagni di squadra aveva anche Emiliano Moretti, Cesare Bovo e Ciro Immobile, passati tutti al Torino nell’estate del 2013). Per quanto riguarda l’attacco, il punto di riferimento offensivo del Debrecen è Márk Szécsi, nella scorsa stagione capocannoniere del club magiaro, insieme a Tamas Takacs, con nove reti. Ma attenzione anche anche al centravanti nigeriano Haruna Garba (in gol contro il Kukesi all’andata), arrivo al Debrecen proprio in questa stagione dal Gzira United (società di Malta) e che fa della forza fisica la sua dote principale.

più nuovi più vecchi
Notificami
Benvenuti
Utente
Benvenuti

Non da sottovalutare ma neanche da avere timore se si ha paura di queste squadre dove si vuole andare DISTRUGGIAMOLI

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

Non mi Garba questo Varga.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Pericolosi come l’immaginazione.