Con il Venezia di Vanoli Dembelé ha raggiunto la promozione in Serie A da gregario, e ora torna a Torino per rimanerci

È festa in casa Venezia. Dopo due anni i veneti sono tornati in Serie A, vincendo la finale playoff contro la Cremonese. Grande trionfo per mister Paolo Vanoli, che potrebbe dunque lasciare i lagunari da vincente, dato il forte interesse del Torino. Qualora dovesse essere lui il nuovo allenatore dei granata, potrebbe riportare con sé Ali Dembelé, giovane francese reduce da un’esperienza in prestito proprio con gli arancioneroverdi.

La stagione di Dembelé

Arrivato in prestito in laguna per trovare minutaggio e “farsi le ossa”, Ali Dembelé ha giocato abbastanza con Vanoli, considerato come questa fosse la sua prima stagione tra i pro. L’esterno francese ha messo insieme 16 presenze per un totale di 157 minuti, in cui ha anche trovato un gol. La fiducia dell’allenatore nei suoi confronti è cresciuta sempre di più, al punto da schierarlo in campo anche nel secondo tempo della decisiva finale dei playoff. Destra, sinistra, attacco o difesa: il classe 2004 si è dimostrato un giocatore super duttile, in grado di aiutare molto Vanoli nelle scelte. Ha giocato da terzino sinistro e destro con la difesa a 4 ma anche come esterno di centrocampo quando il Venezia ha proposto un 3-5-2. In ogni caso, lui è stato una risorsa preziosa.

Il futuro

In ottica futuro, tutto dipende dalla scelta del prossimo allenatore del Torino. Se la dirigenza granata dovesse fare all in su Vanoli, allora è molto probabile che una volta rientrato dal prestito il terzino possa rimanere in granata, quantomeno per giocarsi le proprie carte durante la preseason. I due ormai si conoscono molto bene, e continuare a lavorare con lo stesso allenatore non può che far bene al ragazzo.

Ali Dembele e Antonio Galea, Torino-Milan Primavera
Ali Dembele e Antonio Galea, Torino-Milan Primavera
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-06-2024


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
17 giorni fa

14 presenze in campionato per un totale di 157 minuti, 2 presenze nei play-off per un totale di 17 minuti. Per fortuna che Vanoli lo teneva in grande considerazione, certo come Gasperini con Adopo, fresco vincitore dell’EL. e determinante nel conseguire l’obiettivo.

ale_maroon79
17 giorni fa
Reply to  thethaiman

“La fiducia di Vanoli è cresciuta sempre più” …infatti nel girone di ritorno ha giocato ben 41 minuti totali. Pensa se non gli piaceva.

Scimmionelli
17 giorni fa

Visto che Dembele’ e’ nostro e puo’ tornare se ci interessa ecco che parte subito la campagna denigratoria anti-Dembele’ degli zerotreini: ha giocato solo 157 minuti, non ha giocato mai piu’ di 20′, vehcairupiciu, ecc ecc

corrado
17 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

Il problema non è Dembélé, lui è al suo primo anno tra i professionisti e ha tutto il tempo di crescere e giocare di più. Il problema è questo articolo che racconta di un giocatore che ha fatto una stagione “buona”, in cui ha giocato “abbastanza”, pronto per tornare in… Leggi il resto »

James 75
18 giorni fa

E lui la clausola per il Venezia che stranamente vuole tenere il giocatore, quindi tutto ok magari non vale un milione ma Cairogna comincia il risparmio

Il pagellone / Rodriguez è sempre una garanzia

Stasera Italia-Turchia: i tre del Toro possono guadagnare il pass per la Germania