Emiliano Moretti e il Torino: i sei anni in granata del difensore

L’arrivo tra lo scetticismo, l’urlo di San Siro, la fascia da capitano: i sei anni di Emiliano Moretti

di Veronica Guariso - 22 Maggio 2019

Stagione 2016-2017: Moretti conquista anche Mihajlovic

Dopo l’avventura al culmine di Ventura, arriva il turno di Sinisa Mihajlovic, molto diverso dal suo predecessore, ma Emiliano Moretti riesce a conquistare anche lui.

Viene schierato saltuariamente all’inizio, ottenendo però maggiore continuità nella seconda parte di campionato. Diventa lui il capitano d’ufficio nelle partite in cui presenzia, ma sceglie poi di lasciare la fascia a Benassi con grande altruismo, che viene poi sostituito da Belotti poco prima del 4 maggio.

Stagione 2017-2018: l’arrivo di Mazzarri

Arriva poi la sua quinta stagione al Torino, che vede Mazzarri subentrare a Mihajlovic a gennaio. Moretti, con grande professionalità ed esperienza diventa uno dei perni del tecnico granata, che lo schiera spesso. Da gennaio salta solamente 5 partite, ottenendo 22 presenze.

Il popolo granata lo considera ormai un cuore granata, portatore di valori sani che appartengono ad un calcio che non c’è più, e lo acclama anche quando non scende in campo.

Emiliano Moretti
Emiliano Moretti con la maglia del Torino

Stagione 2018-2019: l’ultimo campionato in granata

Eccoci all’ultima stagione, quella attuale, che non è ancora finita ed ha quindi ancora un capitolo da scrivere. Emiliano Moretti ha mostrato tutta la propria esperienza e la propria professionalità, cercando di trasmettere quanto appreso con gli anni, anche ai giovani ed ai nuovi arrivati.

A febbraio gli hanno assegnato il premio di Ambasciatore dello Sport grazie ai valori che riesce a trasmettere alle nuove leve, che appartengono ad un calcio che non c’è più. Nonostante i quasi 38 anni, Moretti è rimasto uno dei giocatori più importanti nella difesa di Mazzarri, che non ha mai perso l’occasione di farlo scendere in campo.

Domenica con la Lazio ci sarà la sua ultima volta da giocatore, che non sarà però l’ultima in granata, perchè resterà nella dirigenza. Da cuore granata, ha voluto includere nei momenti più importanti anche quello vissuto contro l’Empoli: “Difficile ricordare un episodio. Se proprio devo dirne uno il ritorno da Bilbao, all’aeroporto, il derby vinto, che rimane lì. E il fine partita di Empoli.”, queste le sue parole al termine della conferenza. Sei anni importanti e ricchi di momenti indelebili targati Emiliano Moretti.

6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
musk
musk
1 anno fa

Un orgoglio tifare una squadra con un titolare in difesa di 38 anni, solo noi. Grandissimo Emiliano Moretti. La Roccia.

Zaccarelli
Zaccarelli
1 anno fa

” esordisce il 17 agosto in coppa Italia” …si é vero ma in quel caso perdemmo 1 a 2 ( gol di Ciro) e non vinto 4 a 1 .
Io purtroppo c’ero ( avevo fatto le vacanze a luglio….
Mi andava di fare il pistino stasera…

tore110
tore110
1 anno fa

Uno di noi Emiliano , ripeto un capitale umano che deve restare in società .