Per le agenzie di scommesse l’allenatore in serie A che più di tutti rischia l’esonero è Marco Giampaolo: la quota è calata da 4 a 1,65

Tre sconfitte di fila nelle prime tre giornate di campionato, due partite tutt’altro che semplici alle porte: prima la trasferta in casa del Sassuolo, poi la gara interna contro la Lazio. Tanto è bastato ai bookmakers per far crollare la quota relativa alle scommesse sull’esonero di Marco Giampaolo: se alla vigilia del campionato era data a 4, una cifra ben superiore a quella di allenatori come Giovanni Stroppa del Crotone, Vincenzo Italiano dello Spezia, ma anche Eusebio Di Francesco del Cagliari e Paulo Fonseca della Roma, ora è calata a 1,65. Come a dire che se c’è un allenatore di serie A che secondo le agenzie rischia davvero la panchina, quello è proprio Giampaolo.

Torino: Giampaolo per ora non rischia

Il tecnico del Torino in realtà sulla graticola non lo è. O almeno non lo è ancora. Urbano Cairo e Davide Vagnati hanno ancora la massima fiducia nell’allenatore scelto in estate e, come entrambi hanno anche dichiarato in diverse occasioni, sono intenzionati a concedergli altro tempo per far assimilare la sua idea di calcio alla squadra. D’altronde se il Torino in questo inizio di campionato ha deluso le colpe non sono certo tutte di Giampaolo, che sperava di avere una rosa differente a disposizione, più adatta dell’attuale al suo 4-3-1-2.

Torino, settimana importante: Sassuolo, Lecce e Lazio

L’allenatore granata al momento può quindi continuare a lavorare con relativa tranquillità, pur sapendo che la pazienza di Cairo non durerà comunque in eterno. Dopo aver scampato la retrocessione grazie anche all’ottimo lavoro svolto da Moreno Longo e dal suo staff (lavoro tutt’altro che semplice considerata la condizioni fisica e mentale in cui ha trovato la squadra), il presidente del Torino teme un’altra stagione fallimentare, che non farebbe che aumentare ancora di più la frattura con la piazza. Per questo, seppur al momento non voglia nemmeno prendere in considerazione l’idea di un cambio in panchina, potrebbe tornare sui suoi passi se la situazione non dovesse migliorare: le partite contro Sassuolo, Lecce in Coppa Italia e Lazio non rappresentano ancora un ultimatum per Giampaolo, ma se la rotta dovesse rimanere la stessa di questo inizio di stagione non si possono certo escludere delle novità.

Marco Giampaolo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
2 mesi fa

Ma non era l’inizio di un ciclo?
Questo pare che duri solo qualche giorno in più del noto marchese.

Last edited 2 mesi fa by Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
T
T
2 mesi fa

Parlando di toto-esoneri, mi sembra che il quadro dipinto sia tutt’altro che completo. Dov’è Iachini? Sono settimane che si rumoreggia di Commisso che sta vagliando mille nomi, su tutti Sarri. Vogliamo parlare di Maran? che con Preziosi ha tante probabilità di vedere un panettone quante ne ho io di accoppiarmi… Leggi il resto »

Ultrà
2 mesi fa

spero di sbagliarmi…ma secondo me…ci vorrà uno tsunami per mandarlo via…saranno i giocatori a decidere…come con Uolter…finchè difende l’operato della società…non corre rischi…ha provato Izzo terzino e ha smesso…ha provato Lyanco e spero la smetta…non a caso i due con le richieste dal mercato…Rincon è un regista…Verdi un trequartista…Zazzà sta… Leggi il resto »

Last edited 2 mesi fa by Ultrà
davidone5
davidone5
2 mesi fa
Reply to  Ultrà

Considerando che con la rosa attuale fare bene è molto difficile perché qualitativamente scarsa ed incompleta io darei tempo a Giampaolo almeno altri due mesi prima di prendere una decisione. Per quanto riguarda la paura di urbanuccio che cresca la contestazione nei suoi riguardi è una barzelletta perché è odiato… Leggi il resto »

Sassuolo, la difesa traballa la mentalità no: vale il secondo posto in classifica

Sassuolo-Torino, una sola vittoria a testa in una storia di pareggi