Durante la conferenza stampa pre Torino-Monza, il tecnico croato ha fatto un discorso molto interessante sugli infortuni

Nel calcio spesso e volentieri ci sono infortuni, che puntalmente arrivano nel momento sbagliato, quando meno te lo aspetti. Non è solo una questione di sfortuna, ma anche di tenuta fisica e di livello atletico. Durante la conferenza stampa prima di Torino-Monza, il tecnico del Torino Ivan Juric si è dimostrato molto interessato all’argomento, imbastendo un discorso molto interessante e pieno di spunti. Secondo il mister, nel calcio ci sono pochi allenamenti personalizzati. I giocatori troppo spesso si allenano insieme, come un gruppo tutto uguale e questo può portare a infortuni di vario tipo. Nel calcio in generale il livello atletico è basso, rispetto ad altri sport, dove l’atleta viene curato maggiormente dal punto di vista individuale. Queste le sue parole: “Si parla sempre di allenamenti intensi, io penso che questo concetto abbia bloccato tantissimi ragazzi in Italia, in altri sport si lavora il triplo che nel calcio“.

Il caso Rodriguez

Ricardo Rodriguez, per esempio, per mantenere un livello alto ha bisogno tutti i giorni di 3 ore di fisioterapia. Ogni giocatore ha un motore diverso da quello degli altri, anche se poi ci sono ovviamente gli infortuni a sorpresa. “Qua in Italia siamo a livelli bassi rispetto ad altri campionati, per quanto riguarda la scienza sugli allenamenti”. L’allenatore ha poi ammesso che con Mantova, Crotone e Verona lavorava molto di più che con il Torino: il volume di lavoro era del 50% più alto. La strada da seguire è tracciata, ma si è ancora ben distanti da tutto ciò. Per ora la certezza è una, Ivan Juric è appassionato di questa tematica: “Quella degli infortuni è una tematica che mi ossessiona, mi piace anche analizzarli“.

Ivan Juric in Torino-Monza
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-05-2023


44 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giogranata
giogranata
1 anno fa

Il Mister ha ragione quando focalizza il discorso sul poco allenamento, rispetto ad altri sport, che viene concesso al calcio. Questo è un discorso che chiama in causa calendari pieni di partite, ogni giorno, ogni settimana per dare spazio alle tv che pagano profumatamente partite anche senza senso. Mister Juric… Leggi il resto »

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Reply to  giogranata

I calendari pieni li hanno le altre, questi della cairese hanno un sacco di tempo libero anche per guardarsi tutte, ma proprio tutte, le coppe in tv e volendo pure mezzo campionato. Per le posizioni alte concordo, basta trovare un bel ponte dove fare bungee jumping e gridare carta bianca.… Leggi il resto »

corrado
1 anno fa

Rodriguez è un gran pofessionista e in una squadra con l’età media cosi bassa è fondamentale perchè porta esperienza e una discreta dose di tecnica. Detto ciò, ma che cosa gli era successo l’anno di Giampaolo? Andava alla velocità di un bradipo. Motore inceppato, fisioterapista in vacanza? O sono le doti… Leggi il resto »

BiriLLo
1 anno fa

Mi dissocio completamente da quanto scritto da Vanni.

Scimmionelli
1 anno fa
Reply to  BiriLLo

Vero. Chi usa certi argomenti dovrebbe essere costretto a mangiare ogni giorno mutandine intrise di sangue mestruale e di qualcos’altro di colore piu’ marrone.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Reply to  Scimmionelli

Inizia a masticare.

Screenshot_2023-05-10-07-44-11-59_99c04817c0de5652397fc8b56c3b3817.jpg

Verona-Torino: i biglietti per il settore ospiti

Che cuore Djidji e Vojvoda: i due giocatori in visita ai bambini del Regina Margherita