Cosa attendersi dall’iter giudiziario su Lazio-Torino: dopo la Corte d’Appello, i due club possono ricorrere al Collegio di Garanzia. E la Figc…

L’iter giudiziario è fermo al 30 marzo 2021. Lazio-Torino si dovrà giocare, come ha stabilito in quella data la Corte Sportiva d’Appello, ma non si sa ancora quando. Perché la Lega di Serie A aspetta di conoscere il prosieguo della diatriba iniziata il 2 marzo scorso, quando all’Olimpico di Roma andò in scena una partita fantasma: biancocelesti in campo, granata bloccati in Piemonte da un provvedimento dell’Asl che obbligava il gruppo squadra all’isolamento fino a mezzanotte. Cosa bisogna attendersi adesso? Proviamo a fare il punto della situazione.

La prossima tappa: il Collegio di Garanzia del Coni

I due club hanno tempo fino al 30 aprile per presentare un ulteriore ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. Ci sta pensando la Lazio, ovviamente, che continua a chiedere il 3-0 a tavolino. Ma formalmente gli avvocati di Lotito non si sono ancora mossi. Il Collegio, lo ricordiamo, è lo stesso organo che diede ragione al Napoli – in quel caso ribaltando la decisione della Corte d’Appello -, affermando che la sfida tra i partenopei e la Juventus si sarebbe dovuta giocare. E’ lecito attendersi che – in caso di pronunciamento – il Collegio di Garanzia riconosca anche nel caso di Lazio-Torino la superiorità dell’atto amministrativo emesso dall’Asl per porre in isolamento la squadra granata. Costringendo la Lega, stavolta definitivamente, a mettere in calendario la partita.

Anche il Torino può avere interesse a ricorrere

Al Collegio del Coni potrebbe rivolgersi la Lazio, come detto. Ma anche il Toro, che pure ancora non si è adoperato in tal senso, potrebbe avere interesse ad andare avanti. Perché la sentenza della Corte d’Appello, pur dando credito alla tesi del club di Cairo, ha sollevato dubbi su presunti comportamenti di furbizia, non in linea con i principi di lealtà, probità e correttezza” (frasi, queste, presenti nelle motivazioni della sentenza della Corte Sportiva d’Appello). Andando al terzo grado della giustizia sportiva, il caso verrebbe riesaminato in toto: le conclusioni sarebbero le stesse – ovvero che la partita si deve disputare – ma potrebbe cambiare il punto di vista sull’operato del Torino.

L’altro filone: l’inchiesta della Procura Federale

Non un dettaglio, questo. Dal momento che proprio le motivazioni della Corte d’Appello hanno messo nei guai la società granata. La Procura Federale, guidata da Giuseppe Chiné, ha infatti aperto un’inchiesta per far luce sul comportamento del Toro. “Un atto dovuto”, ha fatto sapere l’organo della Figc, che aprì un analogo fascicolo sul Napoli dopo la sfida mancata contro la Juventus, salvo poi archiviarlo. Ciò che l’indagine mira a stabilire è se nello scambio di comunicazioni tra il Torino e l’Asl, precedenti alla pubblicazione da parte dell’autorità sanitaria del dispositivo che chiariva il termine ultimo dell’obbligo di isolamento, vi sia stata, o meno, una violazione del principio di lealtà sportiva.

Cairo può querelare l’avvocato della Lazio. E Lotito pensa al Tar

Adesso il quadro è completo? Non ancora. Perché il Toro sta anche valutando di procedere con una querela nei confronti dell’avvocato Gentile, che dopo aver letto le motivazioni della sentenza della Corte d’Appello si era espresso in questi termini: “E’ accertata una sorta di truffa ai danni della Lazio. Ma l’ordinamento sportivo non può fare niente per intervenire sui provvedimenti dell’Asl”. Un altro fronte aperto, dunque. Ma nelle parole di Gentile c’è anche una parte della strategia della Lazio.

Lotito, il 4 marzo, già annunciava di voler cercare la vittoria a tavolino fino al Tar, se necessario. Proprio passare nel campo della giustizia amministrativa consentirebbe al club biancoceleste di entrare nel merito dei provvedimenti della Asl, inattaccabili dal diritto sportivo. E’ da vedere se alle parole seguiranno i fatti. Ulteriori passaggi, comunque, dilaterebbero i tempi, portandosi dietro il rischio di paralizzare il campionato.

Urbano Cairo in conferenza stampa
Urbano Cairo in conferenza stampa
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-04-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa

direi che siamo nel campo dell’assurdo, ma essendo in Italia, diri che siamo in situazione assolutamente normale. I potenti comandano gli altri subiscono Quindi ilToro che non parte per ordine della Asl fa il furbo La Lazio che falsifica i tamponi, è corretta. Cairo è e resta un incompetente borioso… Leggi il resto »

Bonifazi, via dal Toro con lo zampino di Vagnati: ora sarà avversario a Udine

Udinese-Torino: i precedenti sorridono alla squadra bianconera