Mazzarri e Maksimovic i grandi ex della sfida tra Napoli e Torino

di Veronica Guariso - 13 Febbraio 2019

In vista di Torino-Napoli, sono numerosi gli ex da entrambe le parti, come Verdi, Izzo e Rosati. Spiccano però Mazzarri e Maksimovic

La sfida tra Torino e Napoli, in programma per domenica 17 febbraio alle ore 20.30 si avvicina sempre di più. Sono molti i giocatori che si ritroveranno a sfidare il club in cui hanno militato, ma non solo. Tra i nomi di spicco troviamo anche Walter Mazzarri, che ha allenato i partenopei portandoli a vincere la Coppa Italia. Con lui, Armando Izzo, altro ex della sfida, ha cominciato a giocare a livello professionistico: ricevette infatti un paio di scarpini dall’attuale tecnico del Toro quando erano entrambi al club partenopeo, e si inserì così nel mondo del calcio, che ormai gli appartiene. Non sono però gli unici granata ad aver militato nel Napoli. C’è infatti anche Antonio Rosati, terzo portiere granata, che ha giocato con gli azzurri dal 2011 al 2013, per tornare nella stagione 2014-2015, con un totale di 12 presenze. Per quanto riguarda invece i partenopei, Simone Verdi, arrivato dal Milan, è rimasto al Toro dal 2011 al 2013 per un totale di 16 match giocati tra Serie B e Serie A. Anche lui dovrà rivivere una parte del suo passato, così come Maksimovic. Il serbo è sicuramente il giocatore che ha lasciato più discutere col suo addio al club granata, quando l’allenatore era ancora Sinisa Mihajlovic.

Walter Mazzarri, da condottiero a rivale

Ciò che fece Walter Mazzarri col Napoli è una delle imprese più ardue compiute dal club partenopeo negli ultimi anni, nonchè il successo maggiore ottenuto dal tecnico livornese nel corso della sua carriera fino ad ora. Domenica le due parti si ritroveranno in un faccia a faccia da rivali. Se all’andata, gli azzurri avevano vinto per 3-1, ora i granata vorranno rifarsi ma non sarà facile.

Mazzarri conosce l’indole dei partenopei e sa benissimo che il fattore casa può essere un grande vantaggio per il Napoli. Dopo aver fatto il vice nella stagione ’98-’99, è infatti rimasto alla guida degli azzurri dal 2009 al 2013. Arrivato con l’esonero di Donadoni a campionato inoltrato, nel 2011 ha riportato gli azzurri a competere nelle coppe europee. Ha raggiunto però i massimi risultati nella stagione 2011-2012, con la vittoria della Coppa Italia dopo 25 anni dall’ultima, nella finale contro la Juventus per 2-0, nonostante i momenti di crisi.

L’anno successivo invece il Napoli è arrivato secondo qualificandosi per la Champions League un’altra volta, ma a maggio Mazzarri annunciò la fine del ciclo in azzurro, dopo 4 anni coronati dal ritorno alla gloria per i partenopei.

Maksimovic-Torino: l’addio che fece discutere

L’altro grande ex della sfida è Nikola Maksimovic, impresso nella mente di tutti non soltanto per essere stato nella rosa del Torino dell’Europa League e vincitore del derby dopo 20 anni, ma anche per quell’addio poco corretto che lo fece approdare proprio al club partenopeo. Maksimovic è rimasto al Torino dal 2013 al 2016, collezionando 76 presenze totali in granata e contribuendo a raggiungere i migliori traguardi degli ultimi anni.

Con l’arrivo di Mihajlovic, che lo aveva allenato in nazionale, la sua permanenza sembrava cosa fatta. Poi la fuga in Serbia e l’addio confermato l’ultimo giorno di mercato nell’estate 2016. Il rapporto tra i due è rimasto incrinato, così come quello con club e tifoseria granata, che non hanno apprezzato il gesto del difensore.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

TDG e rimpianto a Napoli almeno quanto lo è Maksi alla cairese.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

è
Al cambio ci guadagneremmo UN CENTRALE🤑

rotor
Utente
rotor

Grande ex per Maksimovich mi sembra fuori luogo.

Benvenuti
Utente
Benvenuti

Non manca di sicuro il serbo