Nkoulou sarà probabilmente convocato per il match interno contro il Milan, ma Mazzarri sembra intenzionato a fargli sudare la possibilità di giocare

Salgono le quote per la probabile convocazione del “ribelle” Nicolas Nkoulou dopo la calda scia di fine estate con il caso che ha tenuto banco per diverse giornate in casa Torino. Dopo il chiarimento con la società, con il mister e con i compagni, il camerunense è tornato ad allenarsi con il gruppo al Filadelfia e per il Milan le possibilità di vederlo, almeno, nella lista dei convocati crescono. Nkoulou nonostante fosse stato messo fuori rosa per le prime giornate di campionato dopo le parole post Torino-Wolverhampton, ha continuato ad allenarsi e quindi il suo stato di forma non è mai stato messo in discussione, adesso Mazzarri dovrà provarlo nei meccanismi della difesa e fargli sudare la possibilità di rivedere il terreno di gioco.

Nkoulou, indietro nelle nuove gerarchie di difesa

L’esame di coscienza che il ventinovenne Nkoulou ha svolto dopo aver creato tanto scompiglio in casa Toro avrà sicuramente incluso il fatto che dopo il “perdono” da parte di club, mister e compagni, il campo l’avrebbe visto dopo diverso tempo. Anche se è un giocatore importante quanto Izzo in difesa, certe bravate non vanno fatte passare con leggerezza. Nkoulou però probabilmente non pensava che Mazzarri avrebbe fatto una vera e propria rivoluzione per il reparto arretrato, in grado di cambiare le vecchie gerarchie.

Queste prime 4 giornate sono servite al mister per provare i vari interpreti della sua difesa e a parte il titolarissimo Izzo, soltanto per due partite consecutive è stato schierato lo stesso terzetto in difesa: Izzo, Djidji e Bonifazi. Sono proprio questi due ad aver scavalcato Nkoulou nelle gerarchie: Bonifazi da uomo mercato a confermato nel Torino e Djidji riconfermato dallo scorso anno. Sicuramente Nkoulou parte avanti a Bremer e Lyanco, ma deve fare in fretta perchè anche loro hanno dimostrato la giusta voglia per giocarsi chance da titolari.

Nkoulou, contro il Milan sicuro un posto (almeno) in panchina

Nel caso in cui venisse convocato, Nkoulou avrebbe un posto certo in panchina e quasi altrettanto certamento non potrebbe sperare in qualcosa di meglio. Se contro i rossoneri Mazzarri dovesse nuovamente variare la composizione della retroguardia sarà per un ennesimo esperimento con la difesa che non ha ancora compreso i diktat e con lo stesso mister che non avrebbe ancora capito con certezza chi sia meglio schierare per non subire più tutti i gol presi in queste prime 4 giornate di campionato. Tutto questo con Nkoulou fermo ai box ma presumibilmente con la “bava alla bocca” per entrare in campo a giocarsi le proprie carte.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-09-2019


18 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
AT72
AT72
2 anni fa

Beh certo prima dobbiamo regalare 3 punti al milan.

io
io
2 anni fa

pronti a prendere un altro paio di schiaffoni …..contento testadighisa ?????

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 anni fa

su nkoulou giusto separare i punti di vista. c’è chi lovuole in campo, perchè il migliore. chi lo vuole fuori perchè indegno. chi guarda cioè al sodo, alla prestazione e quindi vuole il ragazzo in campo e chi guarda l’aspetto morale, e quindi non a risultato. punti di vista tutti… Leggi il resto »

Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
2 anni fa

Ne convieni che convocarlo per portarlo in panchina sarebbe una soluzione come al solito né carne né pesce perché non privilegerebbe né l’aspetto tecnico né quello morale e umano?

Meité, un altro passo indietro: dov’è il giocatore di un anno fa?

Sirigu alla ricerca del primo clean sheet in campionato, ma la difesa non è ancora solida