L’ex ds del Torino Petrachi è intervenuto a Sky per parlare del suo futuro e del suo passato granata: “I compromessi non mi piacciono”

Le voci su un possibile addio di Petrachi alla Roma dopo appena una stagione dal suo arrivo si sono susseguite velocissime negli ultimi giorni e a parlarne ai microfoni di Sky Sport, durante la puntata di Il calciomercato che verrà, è lo stesso ds giallorosso che ne approfitta per tornare anche sui suoi passi e sul su passato in granata: “A Torino ciclicamente si diceva che l’anno successivo sarebbe arrivato un altro direttore sportivo, ma alla fine sono rimasto 9 anni e ho deciso io di andarmene. I compromessi non mi piacciono. Vedremo cosa succederà. La Roma? A Roma ne hanno spappolate tante di persone, se in 20 anni non si è vinto nulla qui è anche a causa di questi problemi, che non sono legati alla tifoseria, che è passionale e sentimentale. A me le sfide piacciono“.

Petrachi: “Ho la fiducia della società”

E ancora sul suo futuro: “Dispiace sempre quando strumentalmente escono fuori delle notizie. Io purtroppo sono una persona scomoda in questo ambiente perché non regalo niente a nessuno dal punto di vista mediatico. Sono un tipo riservato, che cerca di fare bene il suo lavoro con la massima trasparenza. In un ambiente come Roma non è semplice, perché presenta tante insidie.

Se non ti prendi un caffè con quel giornalista o non gli rispondi, si viene immediatamente attaccati. Il fatto che mi abbiano bacchettato e continuino a farlo, mi ha permesso di essere ancora più intransigente con me stesso. Vado serenamente avanti per la mia strada. Poi che il mio tempo qui è finito, dovranno essere Pallotta e Fienga a dirmelo. Al momento ho la fiducia della società”.

Il ds della Roma: “A tempo debito arriveranno le risposte”

E sulle voci di una possibile cessione societari: “Con Fienga ho sempre un contatto diretto ed è sempre stato il mio riferimento, non ho accusato questo tipo di problematica perché non ci è mai mancato nulla. Ho chiesto che fossero rifatti i campi ed è stato così, con un quarto campo che sta sorgendo adesso. Le vicende societarie alla fine entrano in scena nel momento in cui c’è da fare una valutazione sul futuro della Roma e sul mercato. La situazione attuale sta facendo andare a rilento un po’ tutto. A tempo debito però arriveranno tutte le risposte. Il mio rapporto con la squadra? Qualcuno dice che è brutto perché all’intervallo di Sassuolo-Roma dove si perdeva 3-0 al primo tempo, in un momento così difficile, mi sono sentito di dire due paroline alla squadra.

L’ho sempre fatto e lo farò sempre. Era il momento in cui bisognava guardarsi in faccia, poi avendo fatto il calciatore certe dinamiche le capisco. Dovevano tirare fuori gli attributi cercando di salvare la faccia, perché si stava perdendo anche quella. Non ho parlato di tecnica o di tattica. L’allenatore poi ha preso la parola e ha fatto ciò che doveva. Fonseca è preparato e capace, una persona di spessore, intelligente oltre la normalità, ma è entrato nel campionato italiano e devo aiutarlo a capire le caratteristiche della Serie A. Se questo avviene anche con dei confronti forti ben venga”.

Gianluca Petrachi
Gianluca Petrachi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 10-06-2020


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Peterpann
Peterpann
2 anni fa

Personaggi come te, Ventura e Cairo sono lo specchio di cosa è diventato il calcio: uno strumento per mettersi in mostra e per guadagnare di più, alla faccia dei tifosi fessi e dello spirito dello sport. Gli individualisti come te e i tuoi cumpari non mi interessano, a me interessa… Leggi il resto »

davidone5
davidone5
2 anni fa
Reply to  Peterpann

Puoi parlare così per cairo perché basa tutto sull apparenza e sulle balle, ma non lo puoi dire su petrachi e Ventura perché per loro parlano i risultati ottenuti quando erano con noi; hai visto come siamo caduti in basso da quando non ci sono più loro.

Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
Patsala58 (#Chiunquealtroforpresident!)
2 anni fa
Reply to  davidone5

Scusa @davidone5, di quali risultati stai parlando? Di due qualificazioni in EL per “squalifica” di chi era arrivato prima di noi in classifica? Per quanto riguarda il farispenti, mi pare che la roma navighi in un mare di guai (circa 300 mln di passivo), e mi sembra che abbiano preso… Leggi il resto »

davidone5
davidone5
2 anni fa

Allora ricordati anche il rigore sbagliato da Cerci ed il fatto che senza errori arbitrali a ns sfavore saremmo andati in europa altre due volte oltre al fatto che non avremmo perso almeno 3 derby. Ricorda inoltre che giocavamo da due anni in serie b e che i giocatori erano… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 anni fa
Reply to  davidone5

assolutamente d’accordo con te, davidone, su tutta la linea ma sul tuo “O ricordi tutto o dimentichi tutto.” cadrà sempre a vuoto con gli zerotreini. un esempio per tutti: nei commenti post partite di gare palesemente gravate da errori arbitrali (ricordi solo tutte le volte che il VAR “non venne… Leggi il resto »

madde71
madde71
2 anni fa
Reply to  davidone5

rispetto il pensiero di davidone,forumista serio e onesto di pensiero,ma siam di parere opposto,farispenti senza la guida gea è come un non vedente senza unita’ cinofila e ventura un onesto operaio con qualche specializzazione,passato dirigente,si è perso

mik69
mik69
2 anni fa
Reply to  Peterpann

Condivido in pieno. Vaff a loro e chi li difende

rotor
rotor
2 anni fa

Ma a noi che ce ne frega di cosa dichiara costui?,Mi sembra che averlo avuto per nove lunghi anni basti e avanzi.

Longo sulla scia di Mazzarri: “Le 5 sostituzioni sono un grande aiuto”

Adopo e Singo, la stima di Longo e l’emergenza: così il Torino può lanciarli in A