Due volte da subentrato: contro la Samp può soffiare una maglia a Linetty, anche lui ex della gara

La partita in programma sabato 30 ottobre alle 20:45 allo stadio Olimpico Grande Torino tra Torino e Sampdoria si avvicina e Dennis Praet spera di scendere in campo tra gli 11 titolari. Intanto Ivan Juric ci pensa, perché il centrocampista belga ha sempre fatto bene quando è stato schierato dall’ex tecnico dell’Hellas Verona. Praet si è dimostrato una pedina molto importante per il Toro. Un giocatore capace di alzare il tasso qualitativo nella squadra granata. Toccherà anche al numero 22 granata dare una mano alla squadra di Juric a rialzarsi dopo la sconfitta rimediata a San Siro contro il Milan e incrociare le dita con la speranza che possa farlo fin dall’inizio della partita contro i blucerchiati (magari al posto dell’altro ex, Linetty). Squadra avversaria che, dopo la sconfitta casalinga contro l’Atalanta, faranno di tutto per provare a vincere contro il Toro, che attualmente in classifica si trova a +2.

Praet reduce da due ottime prestazioni contro Genoa e Milan

Il Toro non potrà sbagliare la partita e non vorrà di certo farlo neanche Praet che fin qui ha collezionato 4 presenze per un totale di 147 minuti passati in campo, giocando contro Salernitana, Sassuolo, Genoa e Milan. Soprattutto nelle ultime due partite, nelle quali il centrocampista belga è entrato in campo a gara in corso, ha dimostrato di essere un giocatore davvero importante. Contro la squadra di Ballardini è sua la discesa sulla fascia che ha portato Brekalo a trovare la via del gol. Mentre nella complicata sfida contro il Milan ha confezionato un grande assist per Sanabria e colpito la traversa con un tiro, deviato a 5’ minuti dal triplice fischio. Sicuramente Praet, sia contro i rossoblù sia contro la squadra di Pioli, è stato tra i migliori in campo per quanto riguarda i granata.

Praet rincontra il suo passato

Praet vorrà continuare sulla scia delle prestazioni positive ottenute fino ad ora e lo vorrà continuare a fare in quella che sicuramente per lui non sarà una partita come tutte le altre. Infatti Praet si ritroverà di fronte la Sampdoria, squadra nella quale ha militato per 4 stagioni, prima di essere poi ceduto al Leicester per 20 milioni di euro. Il numero 22 del Toro ha avuto una parentesi positiva in blucerchiato, collezionando 98 prestazioni e segnando 4 reti. Ma Praet non sarà l’unico ex della sfida. Come lui ce ne sono anche altri. Però sicuramente il centrocampista belga sarà tra i più motivati a fare bene, anche perché per fortuna l’infortunio ormai è solo un lontano ricordo e i presupposti per continuare a stupire in positivo ci sono tutti.

Dennis Praet
Dennis Praet
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-10-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata (@carbonaro-doc)
1 mese fa

Siccome per via degli infortuni di mandragora e pjaca la coperta è ancora un po’ corta dal centrocampo in su, direi di iniziare con lo schieramento “standard” lukic pobega e linetty-brekalo-sanabria, per poi passare a un eventuale kone, e alla staffetta praet-gallo per linetty-sanabria.

odix77
odix77 (@odix77)
1 mese fa

a noi serve come il pane.. ma se farlo scendere titolare vuol dire rischiarlo direi di non farlo… meglio metterlo nel secondo tempo…. stesso film con belotti. io non comincerei con lui in campo….

ardi06
ardi06 (@ardi06)
1 mese fa
Reply to  odix77

Penso anche io, se c’è il rischio di ricadute meglio inserirli gradualmente, oltre al fatto che Belotti, per adesso, non è in forma

odix77
odix77 (@odix77)
1 mese fa
Reply to  ardi06

son oimportanti entrambi nell’economia di questa squadra quindi meglio che rientrino quando sono al 100% o giu di li… direi lo stesso per ansaldi.. per me ansaldi dovrebbe giocare al massimo 30-35 minuti sostituendo aina.

Torino, la rincorsa di Zima: Djidji in crescita ma il ceco vuole sorprendere

Sanabria-Belotti: ora è ballottaggio