Con l’Udinese difesa granata senza Nkoulou, al suo posto Izzo tornato dallo stage con la Nazionale di Mancini si candida a leader del reparto

Domenica al Grande Torino arriva l’Udinese nell’ennesima sfida importante per la rincorsa all’Europa che per i granata – nonostante i risultati dell’ultimo turno delle avversarie – non è ancora preclusa. Contro la formazione friulana Walter Mazzarri dovrà fare a meno di un pilastro della sua difesa come Nkoulou, squalificato per un turno dopo il rosso ricevuto nella sfida esterna contro la Spal di Semplici. Con Nkoulou ancora in dubbio la presenza di Djidji che in settimana dovrà cercare di recuperare per essere in campo domenica. In tutto questo, colui che sarà presente, stimolato anche dal recente stage con la Nazionale di Mancini sarà Armando Izzo.

Izzo: il ritorno dalla Nazionale per essere più carico di prima con il Toro

Per Armando Izzo la settimana appena trascorsa è stata sicuramente molto stimolante e soprattutto appagante dopo gli sforzi fatti in campo con i granata. Il difensore centrale infatti è stato convocato dal ct della Nazionale, Roberto Mancini, per uno stage a Coverciano con il gruppo azzurro.

Dopo tanto tempo, e occasioni mancate, per il napoletano era giunta finalmente la chance di mostrare all’allenatore dell’Italia quanto fosse cresciuto e la costanza con cui in campo con il Torino sia cresciuta la sua prestanza fino a diventare leader del reparto arretrato granata.

Izzo: il Torino di Mazzarri non può farne a meno

Izzo fino a questo momento con il Torino ha collezionato 1840 minuti con la maglia granata. E’ uno dei giocatori della formazione di Walter Mazzarri che per più tempo è stato in campo. Infatti, tutti e 31 i punti del Toro che ha ottenuto in campionato fino a questo momento, sono arrivati con Armando Izzo in campo.

Il nazionale granata soltanto una volta non è sceso in campo, ed è stato per squalifica contro la Roma all’Olimpico, nel 3-2 della squadra di Di Francesco. Inoltre, è stato proprio Izzo a realizzare il gol della vittoria contro l’Inter di Luciano Spalletti nell’ultimo turno dell’Olimpico Grande Torino. Oltre a questa rete in precedenza il difensore centrale era andato a segno anche nel 4-1 esterno contro la Sampdoria. Per Walter Mazzarri sarà imprescindibile anche contro l’Udinese.


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77
3 anni fa

e non sarebbe magari ora di provare il 4-3-3?? con berenguer belotti e falque davanti??’ proprio no eh?? eh l’udinese sarà temibilissima…. in fondo a stare li a difendere abbiamo avuto risultati esaltanti fino ad oggi…. io sto mazzarri lo vedo bene ad arare i campi!!!!

MondoToro
MondoToro
3 anni fa

Polemiche pretestuose?andare in Europa con i primavera, un 37enne e un 20enne brasiliano incognita totale come lo definiamo?programmazione?

GranataDentro
GranataDentro
3 anni fa
Reply to  MondoToro

Il 37enne dimostra sempre di esserci. Il 20enne se alludi a Bremer è forte a mio parere e comunque è stato preso per giocare. 3 Titolari forti, 2 riserve prof e un primavera comunque fuoriquota.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
3 anni fa
Reply to  GranataDentro

Peccato che preso x giocare ha mai giocato. Ti avviti.

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
3 anni fa

Mica ti ha scritto a che sport, dove e quando.
Poi è il suo parere eh. Me cojoni!

GranataDentro
GranataDentro
3 anni fa

polemiche pretestuose a parte, come centrali siamo coperti. Mica possiamo averne in rosa 7 sapendo che giocano in 3, a volte il quarto, quasi mai il 5. rosa corta altrove! Izzo, Moretti, Bremer e Ferigra sono amio parere un discreto pacchetto. Poi sappiamo tutti che Nkoulou è altro giocatore, un… Leggi il resto »

mauri
mauri
3 anni fa
Reply to  GranataDentro

De Sciglio e Spinazzola non sono due esterni?

GranataDentro
GranataDentro
3 anni fa
Reply to  mauri

ma quando sono mancati i titolari sono stati messi come centrali

Jesé, in Spagna è polemica per il suo peso: il Torino a gennaio lo scartò

Edera ringrazia Mazzarri: “Mi ha insegnato a giocare in più ruoli”