Nonostante il Torino sia apparso appesantito per i carichi di lavoro di queste settimane, contro la Pro Patria si è vista l’impronta del gioco di Mazzarri

nostro inviato a Bormio – Dopo due settimane di lavoro intenso, di corse nei boschi, di chilometri di corsa macinati intorno al campo dopo due sessioni di allenamento tattico era impossibile vedere contro la Pro Patria un Torino estremamente brillante sul pianto atletico, era invece auspicabile vederlo dal punto di vista mentale, e così è stato. Gli schemi, i movimenti e tutto ciò che è stato provato in particolare in questa settimana, quando Walter Mazzarri ha accantonato il 3-5-1-1 per passare al 3-4-3 è stato messo in pratica nell’amichevole di ieri.

Il Torino di Mazzarri è tutto nel gol di Parigini

Nonostante le gambe pesanti, le idee dell’allenatore toscano nei novanta minuti contro la formazione di Busto Arsizio si sono viste. Il gol del 3-0 siglato da Vittorio Parigini è probabilmente quello che più di tutti può essere portato a esempio di cos’è il Torino di Walter Mazzarri: l’interno di centrocampo, in questo caso Meité, che verticalizza per l’esterno (De Silvestri), diversi giocatori che attaccano la porta e uno (per l’appunto proprio Parigini) che raccoglie il cross dalla destra e insacca.

Torino: Izzo è già una certezza, Meité in crescita

La partita contro la Pro Patria è stata inoltre l’occasione per vedere per la prima volta all’opera con la maglia granata Gleison Bremer (assente contro la Bormiese perché in Brasile per risolvere le questioni relative al permesso di soggiorno in Italia) e Vitalie Damascan. Il primo, con sulle spalle quel numero 36 che fino a qualche anno fa era indossato da Mattero Darmian, non è praticamente mai stato impegnato dagli attaccanti della Pro Patria e ogni giudizio è quindi rimandato. Impossibile valutare anche per Damascan, che ha avuto a disposizione meno di un quarto d’ora. Bene invece Armando Izzo, che sembra destinato a diventare un pilastro di questa squadra, in crescita Soualiho Meité.


58 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
3 anni fa

Singolare l’entusiasmo di Damascan dopo il gol…..
Sembrava un detenuto di ritorno in cella dopo che gli è stato confermato l’ergastolo….

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
3 anni fa

Peccato che Mimmo latiti se no ci spiegherebbe il modulo del guru. Secondo me il guru non lo ha ancora capito, vorrebbe provare con 5 centrali ma non li ha, nemmeno considerando BB (Baselli/Bekenbauer). Magari oggi lo trova tra quelli del Renate.

pennina
pennina
3 anni fa

vanni, siamo il 22 luglio… se i moduli non li prova adesso, quando di grazia?

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
3 anni fa

La maglia di Damascan è gia introvabile.

Petrachi a Bormio per Torino-Pro Patria

De Silvestri: “I nostri giovani sono un bene, nel gruppo c’è sintonia”