Sirigu: una stagione praticamente perfetta

di Veronica Guariso - 1 Giugno 2019

Il pagellone / Stagione quasi perfetta per Salvatore Sirigu, tra i migliori del campionato: dal record di imbattibilità alla Nazionale

Una stagione impeccabile o quasi quella di Salvatore Sirigu, che sembra essere rinato al Torino. Il portiere ex PSG ha infatti dato prova del proprio talento, cosa già accaduta durante la scorsa stagione ma implementata in questa, dove si è reso protagonista. E’ infatti anche grazie a lui se i granata sono rimasti in lotta per l’Europa League fino all’ultimo, stabilendo il record di punti a quota 63. Non è l’unico record battuto nel corso dell’anno: Sirigu ha infatti superato Castellini nell’imbattibilità, arrivando a mantenere la porta inviolata per ben 599′ minuti. E’ quindi ufficialmente nella storia del Torino, che ha tra le mani il miglior portiere italiano attuale. Sì, perchè in molti lo hanno definito come tale osservando le prodezze che è stato in grado di regalare al calcio, facendogli preferire a Donnarumma. Il portiere sardo, inoltre, si è riconquistato la Nazionale di Mancini, dove ha giocato indossando anche la fascia da capitano contro il Liechtenstein.

Sirigu, due rigori parati e 15 sfide a reti inviolate

Uno straordinario Sirigu per una delle migliori stagioni del Torino degli ultimi anni. Il portiere è stato protagonista assoluto del campionato 2018-2019, dove ha riacquistato quella sicurezza e quelle conferme che mancavano da un po’. L’avventura in granata lo ha fatto tornare tra i big di Serie A, facendogli guadagnare la nomina di miglior portiere italiano. Ha infatti giocato 36 match su 38, saltandone due per l’infortunio al derby, dove ha lasciato il posto a Ichazo, tentando però prima di rimanere in campo. Ha dato prova del proprio talento riuscendo a mantenere la porta inviolata per ben 15 partite totali, 5 delle quali consecutive. Ha inoltre parato 2 rigori su 4, contro la Sampdoria e l’Udinese e subendo 37 gol in totale, contro i 57 fatti.

Sirigu, la Nazionale corona la stagione

Salvatore Sirigu è riuscito a conquistare tutti, anche Roberto Mancini che, conoscendo il suo potenziale e facendolo diventare uno degli immancabili tra i convocati Azzurri, ha deciso di farlo scendere in campo contro gli Stati Uniti a novembre e poi con il Liechtenstein, dove ha indossato anche la fascia da capitano, diventando il 5° nella storia storia del Torino ed entrando sempre di più nella storia del club, nel quale milita da solo da due anni. Le statistiche parlano per lui, decretandolo come punto di forza dei granata. Con il Torino ha già raggiunto alcuni traguardi, ma continuando così, stupirà ancora.

VOTO: 9

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Gran portiere. Eccezionale.

DSR
Utente
DSR

Se va via San Salvatore ritorniamo inesorabilmente sui nostri standard…52-57 punti, il portiere fa la differenza.

tarzan_annoni
Utente
tarzan_annoni

In tv hanno detto che è un obiettivo concreto della Roma, Sirigu. Capisco che devono riempire tg sportivi, in questo periodo, ma sarebbe un peccato non fosse solo una voce. Ci siamo abituati ma sarebbe un peccato ugualmente