Soriano, dopo i like e l’addio ritrova il Toro: la cura-Bologna lo ha rigenerato

di Francesco Vittonetto - 13 Marzo 2019

Dopo la cessione al Bologna nel mercato di gennaio, Roberto Soriano ritrova il Torino di Mazzarri: tanta, la voglia di rivalsa

Le lacrime dopo il gol al Cagliari, i festeggiamenti dei compagni: Roberto Soriano, a Bologna, si è rigenerato. Dopo la fallimentare esperienza al Torino, l’ex Villareal ha trovato continuità e centralità nel progetto Mihajlovic, mettendo benzina nelle gambe per tornare ad alti livelli. Quelli mai raggiunti in granata, dove la forma prima e poi alcuni atteggiamenti invisi alla piazza lo hanno portato alla rottura definitiva con Mazzarri e con il club. Curioso allora che proprio nella settimana del gol-rinascita, il destino proponga la sfida del “Grande Torino”, dove l’italo-tedesco andrà a caccia di rivalsa contro i fischi, attesi, che almeno una parte del pubblico gli riserverà.

Soriano, i like a Ronaldo e Dybala e la rottura con il Torino

Una storia, quella tra Soriano e il Toro, che si è dissolta con la stessa rapidità con la quale era nata: una trattativa lampo in un pomeriggio di agosto, due like sbagliati – quello a Ronaldo, nella foto che lo ritraeva intento a calciare il rigore decisivo nel derby, e quello a Dybala, nello spogliatoio bianconero in festa – in una notte di metà dicembre. Da lì in poi, il centrocampista è sparito definitivamente dai radar di Mazzarri, confinato in panchina a contare le ore che lo separavano dal mercato di gennaio.

Per Bologna è partito immediatamente, senza pensarci troppo. La spaccatura era ormai insanabile, acuita dal fattaccio del post Torino-Juventus ma già preannunciata dal pochissimo spazio che il classe ’91 aveva effettivamente trovato in granata (solo 6 presenze dal 1′ in A, un gol in Coppa Italia contro il Sudtirol).

Soriano, a Bologna è al centro del progetto Mihajlovic

Una cosa è certa: di fronte, Mazzarri si troverà un Soriano diverso. Più sereno e più in forma. Insomma, un avversario da tenere d’occhio per non incorrere in brutte sorprese. Tanto più che, anche dal punto di vista tattico, l’ex di turno è il perno della fase offensiva rossoblu: suggeritore della manovra con grande libertà di movimento tra le linee.

Una gabbia per controllarlo a vista è la contromossa al vaglio di WM, che al Filadelfia prepara il piano per fermare e colpire il Bologna di Miha e Soriano.

più nuovi più vecchi
Notificami
Denis-Joe
Utente
Denis-Joe

Ciao Soriano, l’anno prossimo giocherai in serie B.
Sei contento?
Se non lo sei, pensa che bastava che ti impegnassi un po’ di più con noi.
Ma siccome sei gobbodentro, sono convinto che non capisci un cz. e quindi è giusto che retrocedi e il mondo si scorderà di te.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Io vado sono 2…o era talmente giù di forma che ci sono voluti 4 mesi x…..oppure sto qua..ci ha preso x il cu/lo..cazzeggiando….xché trovo molto ma molto strano che da noi hai fatto..ca ga re…irriconoscibile…cambi casacca e tac…magicamente torni a giocare decentemente….like a parte…ma da vero defi cente….e siccome penso… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Le cose sono..2…sto T9 di m….

fila_e_fondi
Utente
fila_e_fondi

fottiti Soriano