Torino, a Parma i limiti della rosa corta voluta da Mazzarri

Squalifiche, infortuni e stanchezza: a Parma i limiti della rosa corta

di Francesco Vittonetto - 7 Aprile 2019

Il Torino, a Parma, si è scontrato contro i punti deboli della rosa corta voluta da Mazzarri: senza Aina, Lukic e Falque ecco la fatica

La buona notizia, per il Torino, è che durante la settimana non si giocherà più in questa stagione. Sarà una tirata unica di domenica in domenica (sabati e venerdì annessi) da qui fino al 26 maggio. Un sospiro di sollievo lo tirerà anche Mazzarri, che dopo il pareggio di Parma per 0-0 parlava così: “I ragazzi di qualità che tre giorni fa erano lucidissimi hanno fatto errori in più. Chi ha tirato invece di passarla, chi ha stoppato male”. Imprecisioni tecniche dovuti alla stanchezza. D’altronde, gli undici in campo erano gli stessi che appena mercoledì avevano giocato e vinto contro la Sampdoria al “Grande Torino”. E quasi gli stessi (8 su 11) che sei giorni prima avevano pareggiato a Firenze.

Torino, senza Falque, Aina e Lukic ecco la stanchezza

Al “Tardini”, i problemi si sono acuiti. Falque ha prolungato ancora la sua assenza – e lo farà probabilmente fino a inizio maggio -, Aina ha scontato l’ultima delle tre giornate di squalifica e in più anche Lukic si è ritrovato appiedato dal giudice sportivo. Tre pedine in meno (quattro, contando anche Vincenzo Millico) che nell’economia di un organico ridotto dopo il mercato di gennaio hanno pesato e non poco.

La pretesa era stata di Mazzarri: via i vari Edera, Lyanco e Soriano per un Toro più asciutto e compatto verso l’obiettivo Europa. I risultati del girone di ritorno, fin qui, hanno dato ragione a WM. Che però, nella settimana dopo la sosta, ha perso qualcosa dai suoi sul piano fisico.

Zaza e Parigini, i cambi non incidono in Parma-Torino

Il calo di lucidità con il passare dei minuti, in Emilia, è stato evidente. E nemmeno i cambi sono corsi in aiuto. Chi di brillantezza avrebbe dovuta averne di più (leggasi Zaza e, in parte, anche Parigini) non ha inciso. La settimana e più di riposo adesso giunge salvifica. Subito due giorni di stop per i granata, che al Filadelfia torneranno martedì.

Poi, testa al Cagliari. Con due assenze pesanti a cui far fronte – Iago e lo squalificato Belotti – e due rientri fondamentali. Da Ola Aina e Lukic benzina in più per dare sollievo a qualche fatica di troppo.

più nuovi più vecchi
Notificami
ColorG
Utente
ColorG

Mazzarri ha pregi e difetti. Se non altro con lui stiamo lottando davvero per un posto che conta. Dopo diversi, troppi anni. La rosa corta è un suo cruccio, ma su questo credo sbagli. Certo, è stato un po’ sfortunato ad avere così tanta gente fuori, e in contemporanea. (A… Leggi il resto »

davidone5
Utente
davidone5

Il limite della rosa corta sarebbe plausibile se noi giocassimo a calcio invece il primo problema non è la rosa corta ma l’assenza di gioco.

futre
Utente
futre

Ci mancava so piu la citazione dehli accontentisti. Quella lagina fa piu male al Toro di Zaza

DSR
Utente
DSR

…non la leggere

futre
Utente
futre

È un po come il Toro. Se non vi piace più, invece di lamentarsi sempre, non lo seguite

DSR
Utente
DSR

Come te che ti lamenti di noi, evita di leggere i ns post, noo?