Per la prima volta in questa stagione, il Torino di Juric ha centrato due vittorie consecutive senza prendere gol

La stagione del Torino fino ad ora è stata caratterizzata da alti e bassi, ma tutto sommato si può considerare molto positiva. Nelle ultime due giornate, la 25^ e la 26^, sono arrivate per la prima volta in stagione due vittorie consecutive senza subire gol. Un grande traguardo per la difesa granata e per Ivan Juric, che tanto insiste sulla fase difensiva. Contro Bologna (1-0) e Lecce (0-2) Vanja Milinkovic-Savic non ha dovuto nemmeno compiere interventi degni di nota, in quanto la difesa ha svolto il suo dovere in maniera ottimale. Ora il Toro si prepara ad affrontare il Napoli primo in classifica e lo fa con delle certezze in più. In questo campionato erano già arrivate due vittorie di fila, entrambe per 2-1 contro Udnese e Milan. Le vittorie arrivarono rispettivamente il 23 ottobre (in trasferta) e il 30 ottobre (in casa).

La difesa granata

Ulteriore motivo di felicità per Juric è il fatto che, in queste ultime due partite, la difesa schierata titolare era diversa. Contro il Bologna infatti hanno giocato Djidji, Schuurs e Buongiorno. Contro il Lecce invece sono partiti dall’inizio Gravillon (ottima prova per lui), Schuurs e Buongiorno. Nel secondo tempo all’81’ è poi entrato in campo Djidji al posto di Gravillon. Cambiano gli interpreti, ma il risultato è sempre lo stesso: 0 gol subiti. Finalmente la difesa del Torino sembra aver trovato gli equilibri giusti, che fanno ben sperare per il finale di stagione. Finora i gol subiti sono stati 29, proprio come quelli fatti. Oltre che del mister, gran parte del merito è anche dell’olandese Perr Schuurs. Prelevato in estate dall’Ajax, non ha deluso le aspettative, risultando decisivo come nell’intervento su Orsilini nel finale di Torino-Bologna.

Perr Schuurs in Juventus-Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-03-2023


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
11 mesi fa

Povero eddy03. Si ricorda due passwords ma non che il Toro di Cairo (allenatore Mazzarri, Sirigu in porta) nel 2019 batte’ il clean sheet di Castellini (Djidji era parte di quella difesa). Povero Tonto e Basta:. c’era anche Nkoulou.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Uanamaaaa!
Record cairota?

Scimmionelli
11 mesi fa

Povero Katanga. Si ricorda del delitto degli Scopeti ma non che il Toro di Cairo (allenatore Mazzarri, Sirigu in porta) nel 2019 batte’ il clean sheet di Castellini (Djidji era parte di quella difesa). Povero Katanga. C’era anche Nkoulou.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)

ecco bravo. Stavolta per dimostrare che non hai capito nulla hai usato il nick giusto, 0.3tordoebasta

Singo, l’ora del riscatto: l’ivoriano è in crescita

Vlasic ora punta il Napoli: Juric tentato