Il Torino di Mazzarri fatica ad arrivare in porta: "Serve più responsabilità"

Toro, che fatica arrivare in porta. Mazzarri: “La squadra si prenda più responsabilità”

di Francesco Vittonetto - 24 Ottobre 2019

I numeri che certificano i limiti della produzione offensiva: il Torino tira poco in porta. A Udine solo quattro palle gol create. E rispetto alla Serie A…

A Udine non sono arrivate solo difese d’ufficio. No, Mazzarri ha anche sottolineato alcuni aspetti della mole di difetti che il suo Torino messo in bella vista alla Dacia Arena. Si prenda questa frase, ad esempio: “Quando eravamo nelle zone importanti non ci siamo presi la responsabilità di andare in porta e fare l’ultimo passaggio bene. Se non fai questo non crei nemmeno le occasioni”. Nemmeno le occasioni: i granata ne hanno costruite quattro in novanta minuti, a fronte delle dieci dei padroni di casa. E a questo si aggiungono gli appena otto tiri tentati (a dieci), nei quali solo cinque indirizzati verso lo specchio. Un problema, quello delle conclusioni, che non nasce in Friuli. Il Toro, guardando all’intera Serie A, è quattordicesimo per numero di tiri tentati: 70 in totale, di cui 36 in porta. Solo Parma (69) e Cagliari (64) hanno fatto peggio tra le squadre che precedono Belotti e compagni in classifica.

Torino, la fase offensiva crea poco. I cross non bastano

Poche occasioni create, pochi calci verso i pali: l’equazione è banale e dà conto di un problema non da poco. Il Toro fa fatica ad arrivare vicino alla porta avversaria, per imprecisioni nella costruzione e scelte talvolta fallimentari da parte dei singoli. Nasce da qui il grido alla responsabilità lanciato da WM già ai microfoni e, non è difficile immaginarlo, anche in questi giorni di lavoro disperatissimo al Filadelfia.

Fatica, si diceva. E allora in un certo senso stona quel primato di cross in Serie A: nessuno, qui, fa meglio del Torino, che ha prodotto 70 cross utili relegando la seconda, il Bologna (quota 61), ad un distacco importante. La strategia, insomma, è chiara ma al momento non sembra risultare così efficace.

Belotti re dei tiri. Ma il centrocampo…

Ma come sono distribuiti i tiri del Toro che, lo ricordiamo, ha l’undicesimo attacco del campionato (con 10 reti)? Il 27%, ovvero 19, li ha tentati Andrea Belotti – che ha infilato 5 gol. Percentuale non trascurabile: Ronaldo, con 26 tiri (nessuno ha fatto meglio di lui), pesa sì per il 29% sugli 89 tentati dalla Juventus, ma ad esempio Petagna solo il 19% sui 70 della Spal, Gomez il 20% sui 128 dell’Atalanta e Mertens addirittura il 16% sui 107 del Napoli. Il Gallo è il vero accentratore delle occasioni create dal Toro, a vedere i numeri. E la cosa non sorprende.

Approfondendo ancora, però, si arriva ai numeri dei centrocampisti. Ebbene: Meité, Lukic, Baselli e Rincon hanno messo assieme appena 10 tiri in otto giornate. Il 14% della produzione totale. E gli altri attaccanti non fanno meglio. Tra Zaza, Verdi, Berenguer e il rientrato Falque si arriva a quota 17, meno del solo Belotti. Rincuorano gli esterni, invece: De Silvestri è addirittura il terzo miglior tiratore dei granata (7), ma assieme i quattro – Lollo, Aina, Ansaldi e Laxalt – pesano per il 21% sui 70 tiri totali.

E dopo i numeri, che certificano un grosso limite di questo Toro, c’è la testa. Quella a cui Mazzarri ha fatto appello per migliorare le cose dal Cagliari in poi. Prendersi le proprie responsabilità, che vuol dire anche non temere di sbagliare. Coraggio, in una parola.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Testadighisa deve dire a Sirigu di essere più preciso: rinvio direttamente nel sette.

pocnh
Utente
pocnh

Ma invece di fare articoli di statistica che non servono a una fava, fate un bell’articolo su quanto sia inconcludente questa società da 14 anni

michele-miva
Utente
michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"

Inoltre sembra il momento della smobilitazione di Cairo: 1 squadra un disastro, primavera un disastro, under 18 un disastro. Vendita dei giovani a gennaio. Acquisti sbagliati. Rosso dei conti. Speriamo che pietra nera dia l’ultima spallata e finalmente il personaggio metta in vendita la società. Dai che se ne va…..se… Leggi il resto »