Dopo Praet si è fermato anche Pjaca: il Torino è in emergenza verso il Venezia e il derby. Juric ha spiegato il motivo di questi infortuni

Ivan Juric è salito sul treno per Venezia con la consapevolezza di dover centellinare il suo attacco. Sanabria non si è mai fermato, viste le assenze di Belotti e Zaza, che perdurano, e in più nel giro di una settimana l’allenatore del Torino ha perso per infortunio prima Praet e poi Pjaca. Al “Penzo” ci sarà già il derby contro la Juventus (in programma sabato 2 ottobre alle 18) all’orizzonte: aver poche alternative non è certo una bella notizia. Proprio gli stop del belga e del croato, però, fanno riflettere. Juric, nella conferenza stampa della vigilia, ha dato alcune spiegazioni.

Il mercato in ritardo e i problemi cronici di Pjaca

“Il calcio è molto logico sugli infortuni”, ha dichiarato il tecnico. “Se uno arriva l’ultimo giorno di mercato non sai quello che ha fatto e cambia metodo di allenamento ci sta. Se uno ha problemi fisici cronici ci sta, lo metto in preventivo che può succedere una cosa del genere”. I riferimenti a cose e persone reali non sono casuali. Juric stava parlando di Praet, che è arrivato all’ultimo giorno di mercato dopo aver svolto una preparazione fisica totalmente diversa; e poi di Pjaca, che dopo la prima rottura del legamento crociato (2017) è incorso in numerosi problemi. Insomma, la sfortuna c’entra poco o nulla, Juric lo sa. E’ invece, da un lato, una questione di come si è evoluto il mercato di Cairo e Vagnati – in ritardo – e dall’altro della storia personale di un atleta.

Marko Pjaca
Marko Pjaca
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-09-2021


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
granatadellabassa
granatadellabassa
23 giorni fa

Stavolta dò torto a Juric perché lo scorso gennaio Mandragora e Sanabria hanno fatto faville senza infortuni muscolari. In ogni caso non dovrebbe essere troppo costoso cambiare i preparatori atletici.

ardi06
ardi06
23 giorni fa

Finalmente un allenatore che non le manda a dire. Tanto di cappello

Valentino
Valentino
24 giorni fa

Quando vedo il Toro giocare aumenta la mia stima per Juric, ogni volta che parla invece la stima si abbassa. Non è soltanto paraculo, ma anche un po’ bipolare, ogni volta dice tutto e il contrario di tutto. Speriamo sul campo di continuare su questa strada e che si dia… Leggi il resto »

A casa di Aramu, l’ex con il Toro nel sangue

Venezia-Torino, il duello è anche Bremer-Henry